Cerca

L'Intervista

Savio al comando, Bolic: "Dobbiamo crescere, ad aprile guarderemo la classifica"

Il tecnico dei blues parla della situazione di classifica, della rosa a sua disposizione e dell'avvicinamento al big match contro il Tor Di Quinto

16 Dicembre 2021

Alessandro Bolic, tecnico del Savio (Foto ©Lori)

Alessandro Bolic, tecnico del Savio (Foto ©Lori)

Il Girone A ha una nuova capolista in solitaria, si tratta del Savio di Alessandro Bolic che nell’ultimo turno ha approfittato del passo falso del Grifone in casa dell’Ottavia sconfiggendo in maniera netta la Totti Soccer School, agguantando così il primo posto: "Siamo a metà dicembre, il primo posto ad oggi non porta nessun trofeo. Stiamo cercando di migliorare partita dopo partita e per via della qualità del gruppo possiamo migliorare ancora tanto. Il primato ad oggi lascia il tempo che trova, stiamo lavorando per crescere e poi a aprile vedremo cosa dirà la classifica per le eventuali finali". Il Savio nel prossimo impegno di campionato sarà protagonista di un big match assoluto, la formazione di Bolic se la vedrà con il Tor Di Quinto distante solamente 3 lunghezze: "Non prepariamo mai le partite in base all’avversario che andiamo ad affrontare. Pensiamo alla partita pensando a una crescita tecnica, tattica e di squadra. Dobbiamo concentrarci su noi stessi preparando la partita in un certo modo come accade tutte le domeniche, senza fare differenze. Il Tor Di Quinto è sicuramente un avversario di tutto rispetto, devo fargli i complimenti per il campionato che stanno facendo. Non vedo l’ora che arrivi la partita, anche perché il lavoro che facciamo in settimana culmina sempre la domenica". Il Girone A vede le prime 4 squadre racchiuse in 3 punti, il raggruppamento è complicato e combattuto, ecco il pensiero di Botic anche sull’importanza degli scontri diretti: "Il girone è molto equilibrato. Gli scontri diretti sono importanti ma i punti si possono perdere con tutte le squadre, anche con chi ha ambizioni diverse. Quindi gli scontri diretti non sono fondamentali. Il campionato si vince crescendo con le prestazioni, più si cresce a livello di prestazione e più dipende da te il risultato finale". Infine il tecnico ha commentato la rosa a disposizione e ha parlato di qualche possibile modifica in queste settimane di mercato: "Ogni singolo componente della rosa è stato scelto e seguito da me. Mi sono occupato della costruzione della squadra in prima persona e quindi mi prendo le responsabilità. Il gruppo sa che a partire dall’allenatore tutto è migliorabile. Sicuramente è difficile migliorare qualcosa che è già buono, ma noi dobbiamo raggiungere un obiettivo e qualsiasi cosa ci aiuti a farlo non è da escludere". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE