Cerca

Dopo Gara

Lodigiani, Isabella: "I ragazzi sono forti e ci devono credere"

Il commento a caldo del tecnico biancorosso dopo il successo nel big match casalingo di ieri contro la Vigor Perconti

20 Dicembre 2021

Lodigiani, Isabella: "I ragazzi sono forti e ci devono credere"

La Lodigiani sa solo vincere e l'ha dimostrato anche ieri in un banco di prova non semplice, nel big match casalingo vinto 2-1 contro la Vigor Perconti seconda in classifica. Una partita molto tattica, tra due dei tecnici più validi della categoria, magari non spettacolare nel primo tempo ma che è cresciuta in qualità con il passare dei minuti. Questa l'analisi di Albino Isabella, allenatore biancorosso: "Nel primo tempo abbiamo sbagliato tanto tecnicamente, una squadra che non ho riconosciuto, cosa che ho detto anche ai ragazzi all'intervallo. Noi tecnicamente siamo una squadra molto valida e non possiamo accontentarci di prestazioni come quella che stavamo mettendo in mostra nel primo tempo. Questo ci ha portato ad avere anche una sorta di insicurezza perché, se ci togli il gioco ed il palleggio che sono appunto la nostra sicurezza, essendo noi propositivi per natura facciamo fatica a scappare all'indietro. La fortuna è che comunque abbiamo trovato i gol su due situazioni che ci hanno restituito certezze". Nonostante la grande vittoria, Isabella ci tiene a sottolineare il suo disappunto per il gol incassato a pochi minuti dalla fine, dove secondo lui ci voleva maggiore concentrazione da parte dei suoi: "Sono molto arrabbiato perché il gol nel finale secondo me non lo dovevamo prendere, era una lettura semplice. Non entro nel merito dell'episodio del contatto tra il nostro portiere ed il loro centravanti, però in quel momento eravamo in controllo e loro secondo me non stavano creando occasioni clamorose. Una lettura del genere non possiamo sbagliarla, se siamo così alti dobbiamo continuare a starci, anche perché se un errore del genere lo commetti sull'1-0 e non sul 2-0 la partita si complica". In conclusione, il tecnico del club di Via della Capanna Murata elogia i suoi ragazzi per l'impegno e la dedizione che mettono in campo sia in allenamento che in partita: "Per me il giorno delle convocazioni è un dramma, me ne vado sapendo di aver lasciato purtroppo a casa ragazzi validi. Oppure chi rimane in panchina, mi giro e mi chiedo come faccia a stare lì, poi mi rigiro in campo ed ho la risposta. I ragazzi mi mettono in difficoltà nelle scelte perché sono forti e ci devono credere, come gli ripeto spesso, perché ad esempio nel primo tempo di questa partita non l'hanno dimostrato. Sono contentissimo del gruppo a mia disposizione, mi piace l'entusiasmo a fine gara e dobbiamo continuare ad averlo sempre perché è questo che ci trascina".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE