Cerca

L'Intervista

Certosa, Aliberti: "Sto lavorando molto sull'aspetto mentale dei ragazzi"

Il tecnico neroverde parla della pesante vittoria sul Ponte di Nona e dello "spareggio" per la salvezza diretta in programma domenica sul campo del Colleferro 

27 Aprile 2022

Mattia Aliberti, tecnico del Certosa (Foto ©Massimiliano Cervera)

Mattia Aliberti, tecnico del Certosa (Foto ©Massimiliano Cervera)

Domenica scorsa per il Certosa è arrivata una vittoria di misura pesantissima in casa contro il Ponte di Nona, con la rete realizzata da capitan Olivieri che ha permesso ai neroverdi di scavalcare in classifica il Colleferro e portarsi momentaneamente fuori dalla zona play out. Questa l'analisi del match da parte del tecnico del club di Via di Centocelle, Mattia Aliberti: "Una partita molto complicata, con i ragazzi che hanno sentito un po' la pressione di dover ottenere a tutti i costi il risultato pieno. Nel primo tempo siamo stati bruttini, loro poi sono una buona squadra e con elementi importanti, non a caso anche una corazzata come la Tor Tre Teste ha faticato tanto contro di loro, quindi ci hanno messo in difficoltà. All'intervallo ho tranquillizzato i ragazzi, facendogli capire che non fosse un'ultima spiaggia e, nel secondo tempo, siamo rientrati in campo più liberi. Siamo cresciuti tanto a livello di prestazione ed abbiamo portato a casa il bottino pieno, il risultato forse ci sta anche un po' stretto perché nella ripresa abbiamo creato tantissimo, ma l'importante è essere riusciti a conquistare i tre punti". All'ultima giornata, per il Certosa ci sarà un vero e proprio spareggio per la salvezza diretta. I neroverdi andranno infatti a far visita proprio al Colleferro che li segue a ruota in classifica, a due lunghezze di distanza. Ad Aliberti e i suoi dunque basterà un pareggio per festeggiare il mantenimento della categoria, senza dover passare per il play out: "Andremo lì con due risultati su tre ma, in gare secche come questa, non si può giocare per il pareggio e per questo andremo lì per vincere. Dal centrocampo in sù hanno tanta qualità, addirittura per stare nelle zone medio-alte della classifica. Hanno esterni molto bravi ed una punta importante, poi anche i centrocampisti sono bravi. All'andata ci hanno battuto all'ultimo minuto facendomi un'ottima impressione, li conosco e conosco mister Lucidi, un tecnico molto preparato e che lavora alla grande, i frutti si vedono sul campo con una squadra organizzata e che ha una propria identità chiara. Nutriamo tanto rispetto nei loro confronti ed andremo lì con la massima concentrazione, vogliosi di conquistare la salvezza diretta". In conclusione, Aliberti ci racconta la gestione di questa settimana di avvicinamento al match: "Sto lavorando molto sull'aspetto psicologico dei ragazzi, l'importante è che loro stiano tranquilli e giochino come sanno. Sto ripetendo più o meno lo steso discorso che ho fatto all'intervallo della gara contro il Ponte di Nona, dobbiamo dare il massimo per vincere ma ricordarci che non si tratta di un'ultima spiaggia perché, se le cose per caso dovessero andare storte, avremo il play out da giocarci in casa per mantenere la categoria. La salvezza diretta sarebbe un risultato importante per la nostra società, in un girone così complicato come questo, e noi faremo di tutto per ottenerla".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE