Cerca

L'Intervista

Colleferro, Lucidi: "Dobbiamo rimanere sempre con la testa in partita"

Il tecnico rossonero parla in vista dello "spareggio" per la salvezza diretta in programma domenica tra le mura amiche contro il Certosa

27 Aprile 2022

Daniele Lucidi, tecnico del Colleferro (Foto ©SSD Colleferro/FB)

Daniele Lucidi, tecnico del Colleferro (Foto ©SSD Colleferro/FB)

Domenica il Colleferro scenderà in campo per quello che è un vero e proprio spareggio per la salvezza diretta. I rossoneri sono infatti al momento decimi in classifica, a -2 dal Certosa, e in quest'ultima giornata riceveranno la visita proprio dei neroverdi. Daniele Lucidi e i suoi ragazzi saranno obbligati a vincere per conquistare il mantenimento della categoria, senza dover passare per il play out: "Abbiamo un risultato unico per riuscire a salvarci direttamente. Queste sono partite che possono dare tanto a livello caratteriale ai ragazzi, quindi non c'è neanche bisogno di prepararla in modo particolare da questo punto di vista, sono sfide che si preparano da sole. All'inizio dell'anno sapevamo che ci saremmo potuti trovare in una situazione come questa, eravamo preparati e ci faremo trovare pronti all'appuntamento". L'allenatore rossonero conosce bene il valore degli avversari: "Non abbiamo pressioni particolari e stiamo lavorando come tutte le altre settimane, è fondamentale che i ragazzi scendano in campo tranquilli. Andiamo ad affrontare una squadra ostica e ben allenata. All'andata fu una partita da pareggio, nel primo tempo fecero meglio loro mentre nel secondo meglio noi, con un episodio dell'ultimo secondo che ci regalò i tre punti". L'aspetto mentale in una gara come questa può rivelarsi centrale: "Dobbiamo rimanere con la testa in partita dal primo all'ultimo minuto, restando sempre concentrati e determinati per tutti i 90'. Non dobbiamo farci prendere dall'ansia o dalla frenesia, provando ovviamente a vincere la partita ma mantenendo comunque il giusto equilibrio". In conclusione, Lucidi sottolinea la difficoltà del girone in cui si sono ritrovati i suoi: "L'obiettivo iniziale, oltre a quello di far crescere i ragazzi, era quello di mantenere la categoria e daremo tutto per riuscirci già domenica. Se le cose dovessero andare storte, ci rimboccheremo le maniche per affrontare al meglio il play out e conquistarci lì la salvezza. Il girone è stato complicatissimo, forse il più difficile dei tre, con le prime sette squadre dal grande blasone e prestigio. Questo però è stato anche un motivo di crescita per i ragazzi, è sempre bello andare ad affrontare club come ad esempio Tor Tre Teste, Vigor Perconti, Lodigiani e Romulea, per una realtà come la nostra".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE