Cerca

dopo gara

Lodigiani, Isabella: "I ragazzi ci hanno sempre creduto, dimostrando grande cuore"

Il commento del tecnico biancorosso dopo la vittoria ai calci di rigore nella spettacolare semifinale di ieri contro il Trastevere

23 Maggio 2022

Albino Isabella, tecnico della Lodigiani (Foto ©Cappuccitti)

Albino Isabella, tecnico della Lodigiani (Foto ©Cappuccitti)

Una semifinale che rimarrà negli annali quella tra Lodigiani e Trastevere, chiusa sull'incredibile punteggio di 6-6 nei tempi regolamentari e vinta poi dai biancorossi ai calci di rigore. Questa l'analisi del match da parte del tecnico del club di Via della Capanna Murata, Albino Isabella: "Ci tengo a fare i complimenti a tutti i giocatori che sono scesi in campo, sia nostri che loro. Penso che una semifinale 6-6 sia un colpo al cuore ma noi facciamo questo sport per giocare e non per scimmiottare fase di non possesso e difese. Noi rispetto a loro l'abbiamo giocata di più dal punto di vista della costruzione essendo quelle le nostre caratteristiche, è stata però una partita divertente e da crepacuore. Abbiamo preso gol su tre palle inattive e due tiri da fuori, noi invece abbiamo fatto ben quattro gol su azioni manovrate ed è giusto dare merito ai ragazzi che ci hanno creduto sotto di due gol, dimostrando di avere un grande cuore". Anche in questa semifinale la Lodigiani ha dimostrato una volta di più la profondità della propria rosa e l'apporto fondamentale dato da ogni suo componente, con diversi cambi nell'undici di partenza rispetto ai quarti di finale e i subentrati che si sono rivelati decisivi: "Cito un numero. Se si vanno a vedere gli undici titolari di tutte le squadre che hanno giocato queste semifinali, credo che nessuno abbia cambiato cinque effettivi rispetto al quarto di finale come noi, di cui uno solo dettato da una squalifica. Quando faccio la formazione so che ci sarà qualcuno scontento ma perché è forte, abbiamo anche variato il modulo rispetto alla scorsa partita per poi ricambiarlo a metà gara. Che dire, alleno una squadra forte ed avere 23 giocatori di questo livello è un dramma perché me ne vado sempre con in sensi di colpa. Penso sia la rosa più forte che abbia mai allenato, il livello è sempre alto e mi permette di differenziare tantissime cose: dalle palle inattive, al sistema di gioco, alla modalità di pressione e di difesa sotto palla. Non è semplice perché, avendo tutti questi elementi di qualità, i dubbi sulle scelte ti fanno perdere tante energie. Complimenti a tutti e ringrazio i genitori, ci tengo a dirlo perché stanno organizzando da tre partite coreografie e fumogeni, supportandoci sempre con un grande tifo. Questo è importante perché quando i ragazzi entrano in campo e vedono queste cose, chiaramente sono sempre motivati". Nell'ultimo atto la Lodigiani si troverà di fronte la Vigor Perconti, già affrontata due volte in regular season, con una vittoria per parte. Una finale che va a confermare quanto fosse duro il Girone C, in cui erano inseriti appunto sia i biancorossi che i blaugrana, oltre ad altre squadre prestigiose come Tor Tre Teste e Romulea: "Io avevo definito il nostro raggruppamento un tritacarne, inoltre vincere una semifinale 3-0 come hanno fotto loro è un risultato tosto. Ci conosciamo a vicenda, si affronteranno due filosofie di gioco diverse, con noi molto orientati al gioco costruttivo e propositivo. Spero che sia una bella partita, dovremo affrontarla con il giusto spirito come questa semifinale, senza farci prendere dalla paura come purtroppo accaduto sul sesto gol preso ieri al fotofinish. Se il timore prende il sopravvento poi escono fuori quei difetti di intraprendenza che abbiamo in determinate situazioni di fase difensiva, purtroppo noi noi non siamo una squadra brava a difendersi ma brava a giocare".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE