Cerca

Finale Scudetto

Lodigiani, sei sul tetto d'Italia! Battuta la Virtus CiseranoBergamo, è tricolore

I biancorossi superano i lombardi nell'ultimo atto di Matelica e si cuciono così lo scudetto sul petto: decisivi i gol di Romagnoli e Miliucci

27 Giugno 2022

1a GIORNATA - 27 giugno 2022

Virtus CiseranoBergamo 1 - 2 Lodigiani
La Lodigiani è Campione d'Italia (Foto ©Photosportroma)

La Lodigiani è Campione d'Italia (Foto ©Photosportroma)

VIRTUS CISERANOBERGAMO Mossali, Puccio, Ceruti, Manzi, De Cata (16’st Noris), Ravasio, Palazzi (40’st Contini), Hyka (8’st Colleoni), Pezzotta (29’st Di Gennaro), Martinelli (48’st Sylla), Coccia (5’st Aldeghi) PANCHINA Hila, Zucchinali, Fenili ALLENATORE Guizzetti

LODIGIANI Perna, Rocchetti (12’st Collacchi), S. Fiore, Crescenzi, Rocci, Mizzoni, Aquino (40’st Serantoni), A. Fiore, Cagnoli (12’st Miliucci), Romagnoli (27’st Conti), Rufo (34’st Tranquilli) PANCHINA Lindquist, Mauro, Randazzo, Russo ALLENATORE Isabella

MARCATORI Romagnoli 2’st (L), Miliucci 13’st (L), Colleoni 30’st (V)

ARBITRO Benevelli di Modena 6.5 ASSISTENTI Cantatore di Molfetta e Spagnolo di Lecce QUARTO UOMO Cravotta di Città di Castello

NOTE Ammoniti Palazzi, Miliucci Angoli 6-4 Fuorigioco 0-3 Rec. 1’pt-6’st

Il sogno diventa realtà per la Lodigiani che supera 2-1 la Virtus CiseranoBergamo nella finale di Matelica e si laurea così Campione d'Italia per la prima volta nella sua storia. I biancorossi di Isabella salgono dunque sul tetto della nostra nazione coronando una stagione già incredibile e che diventa ora storica. Accade tutto nel secondo tempo. A sbloccarla è Lorenzo Romagnoli, che si conferma "Uomo da Finale" dopo aver deciso quella Regionale contro la Vigor Perconti, il raddoppio porta invece la firma di Miliucci che castiga ad un solo giro di lancette dal suo ingresso in campo, inutile la rete di Colleoni per i ragazzi di Guizzetti.

Le formazioni La Virtus CiseranoBergamo si schiera con un classico 4-4-2: molto larghi i due esterni Palazzi e Martinelli, con la coppia d’attacco composta da Pezzotta e Coccia. La Lodigiani risponde con un 4-2-3-1: Rocchetti schierato terzino destro, cerniera di centrocampo composta da Andrea Fiore e Crescenzi, gli esterni alti sono Aquino a destra e Rufo a sinistra, Romagnoli pronto ad inventare alle spalle di Cagnoli.

Il primo tempo I primi a farsi vedere in avanti sono i lombardi, con un colpo di testa di Palazzi che termina la sua corsa alto sopra la traversa. Dopo una partenza aggressiva dei bergamaschi, la Lodigiani prende confidenza e campo con il suo consueto possesso palla ed al 10’ si fa vedere in avanti: corner battuto corto da Rufo per Romagnoli che controlla e libera il destro a giro, pallone che sibila di poco alto sopra la traversa. Pochi giri di lancette più tardi, lo stesso Rufo si mette questa volta in proprio e prova lui la conclusione a caccia dell’angolo alto lontano, tentativo che dopo una deviazione avversaria si spegne di poco fuori alla sinistra di Mossali. La Virtus risponde con una sortita offensiva di Puccio: il terzino destro parte palla al piede e scarica il destro da fuori, alto sopra la traversa. Bergamaschi ancora più pericolosi poco più tardi, quando producono la chance più ghiotta del match fino ad ora: splendida punizione di Martinelli che scavalca la barriera e costringe Perna ad un grandissimo intervento, con il numero uno biancorosso che vola alla sua destra ed allunga in corner. Sul calcio d’angolo conseguente, uscita in presa alta dello stesso Perna che rilancia subito in avanti per il contropiede dei suoi, Palazzi interviene volontariamente con la mano ed il direttore di gara estrae il cartellino giallo. Intervento rischioso quello del numero 7 bergamasco che, per la volontarietà e la pericolosità dell’azione, ha rischiato anche l’espulsione. Al 37’ la Lodigiani prova a pungere sull’asse Rufo-Cagnoli: cross tagliato dalla sinistra del numero 8 e colpo di testa del numero 9, sfuggito bene alla marcatura di Ravasio, che spara alto non di molto. Prima del duplice fischio, doppia chance clamorosa per la Virtus: Martinelli va via in velocità sul vertice destro dell’area e calcia, straordinaria risposta di un super Perna che poi si supera anche sul tentativo di tap-in da parte di Pezzotta, due interventi davvero miracolosi dell’estremo difensore biancorosso. Sono le ultime emozioni della prima frazione che si chiude dunque con il risultato ancora bloccato sullo 0-0.

Il secondo tempo Nella ripresa, pronti-via e la Lodigiani si porta in vantaggio: Romagnoli riceve appena dentro l'area, si libera di tre avversari danzando sul pallone e con un chirurgico mancino insacca all’angolino alla sinistra di Mossali, giocata da fuoriclasse del numero 10 biancorosso che si conferma l’uomo delle finali dopo aver deciso quella Regionale contro la Vigor Perconti. Galvanizzati dal gol, i biancorossi al 13’ trovano già il raddoppio: Miliucci, entrato in campo solo da un minuto, sfrutta al meglio un errore di Ravasio all’interno dell’area e con freddezza fulmina Mossali portando i suoi avanti di due lunghezze. Poco più tardi, Aquino sfiora addirittura il tris con un diagonale di destro dal limite che fa venire i brividi a Mossali e compagni. La reazione bergamasca non si fa attendere e si concretizza al 30’ nella rete che accorcia le distanze: corner pennellato da Manzi, con Colleoni che da due passi trova la deviazione vincente che vale l’1-2. La Virtus CiseranoBergamo si riversa dunque in avanti a caccia del pari spingendo con veemenza ma la Lodigiani è brava a non concedere spazi che potrebbero rivelarsi mortiferi. I ragazzi di Isabella sfiorano anche la rete della sicurezza, con Serantoni e Tranquilli che non sono però freddi sotto porta. Nel finale, il direttore di gara concede sei minuti di recupero per le residue speranze rossoblù. Speranze che sbattono sulla traversa colpita da Contini di testa, con Martinelli che spara poi alto sulla ribattuta dal limite dell'area piccola. Si tratta dell'ultima opportunità vera e propria per i bergamaschi, perché pochi secondi più tardi arriva il triplice fischio che fa esplodere di gioia i biancorossi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE