Cerca

L'INTERVISTA

Civitavecchia, Rocchetti: "Dovremo affrontare con carattere ogni singola partita"

Le parole del tecnico dei classe 2006 nerazzurri in vista dell'avvio della nuova stagione

15 Settembre 2022

Andrea Rocchetti, tecnico del Civitavecchia (Foto ©GazReg)

Andrea Rocchetti, tecnico del Civitavecchia (Foto ©GazReg)

Il termine preciso, è underdog. Con queste caratteristiche il Civitavecchia di Andrea Rocchetti è stata una delle autentiche protagoniste della passata stagione, quando nel campionato Under 16 Elite, dopo una splendida qualificazione ai play off, si è spinta sino ai quarti di finale, dove i classe 2006 nerazzurri si sono arresi solo alla Nuova Tor Tre Teste, poi diventata Campione Regionale. Con queste caratteristiche, lo stesso gruppo si presenta ai nastri di partenza del torneo Under 17 Elite, che partirà domenica 9 ottobre. Con il tecnico dei nerazzurri siamo andati a capire come sta preparando i suoi ragazzi: "Veniamo da un'annata quella scorsa, dove ci siamo tolti una grande soddisfazione e dove anche giocando un buon calcio, abbiamo ottenuto dei risultati importanti sia per i ragazzi, che per la società. Il gruppo non è cambiato poi molto durante l'estate ed è stato ulteriormente rinforzato dove ritenevamo ce ne fosse bisogno. Quindi le carte in regola per giocarcela con tutti le abbiamo, ora dovremo metterle sul tavolo di nuovo". Civitavecchia che all'interno del girone A, trova compagini conosciute e big del calibro di Vigor Perconti, Urbetevere, Grifone e Accademia Calcio Roma: "Come dico sempre ai miei ragazzi, bisogna avere rispetto di tutti e ovviamente paura di nessuno. Dovremo affrontare partita dopo partita, con la consapevolezza che potremo dire la nostra in ogni momento, dove specialmente nel campionato Under 17, che è diverso dall'Under 16, più fisico, in cui lo spazio per gli errori è poco e certe determinate caratteristiche possono fare la differenza". Chiusura con il calendario delle prime giornate, che mette di fronte al Civitavecchia, prima la trasferta a Fiumicino e poi due impegni casalinghi di fila, con Grifone e Boreale: "Cercheremo di partire forte, perchè questo porta una maggior attenzione, ma aldilà di come sarà l'inizio il nostro obiettivo non cambia rispetto al passato. Ossia arrivare il prima possibile ad una salvezza tranquilla, per poi divertirci e andare a cercare quel qualcosa in più. Teniamo i piedi ben saldi a terra, guardando ad ogni singola sfida".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni