Cerca

focus

Barbarossa: la Roma si coccola l'attaccante del futuro

Assist all'esordio in Primavera e gol con l'Under 17, la settimana vissuta dal 2001 giallorosso è solo l'ultimo exploit di un gioiello che a Trigoria si tengono stretti

31 Ottobre 2017

Barbarossa all'esordio in Primavera contro l'Atalanta ©DeCesaris

Barbarossa all'esordio in Primavera contro l'Atalanta ©DeCesaris

Per Alessandro Barbarossa l'ultima settimana è stata di quelle da sogno, culminata poi con l'esordio in Primavera e un gol pesante come un macigno nel big match d'alta quota con il Benevento al rientro nell'Under 17. Un finale da urlo scritto in appena 48 ore, poche ma comunque sufficienti per dimostrare che la Roma l'attaccante del futuro ce l'ha già in casa.


Barbarossa all'esordio in Primavera contro l'Atalanta ©DeCesarisLampo nel buio Per la Primavera giallorossa è stato un venerdì nero. Il 7-1 rimediato dall'Atalanta ha segnato una debacle mai vista per la squadra di De Rossi che però, nel blackout generale, è stato risvegliato da un lampo inaspettato. Secondo tempo al Tre Fontane, la Dea ormai ha preso il largo e così il tecnico di Ostia rompe gli indugi e per l'ultimo quarto d'ora getta nella mischia l'ennesimo 2001 della sua gestione: Alessandro Barbarossa. L'attaccante prende il posto di Celar, l'emozione lascia presto il posto alla voglia di emergere, nonostante una partita ormai ampiamente compromessa, palesando così quella che è una delle capacità che la punta ha sempre mostrato nei suoi anni nel settore giovanile di Trigoria. Indipendentemente da chi si trovi di fronte o dal momento del match, Barbarossa è uno che è sempre riuscito a riversare sul campo tutte le sue qualità con una continuità disarmante. Freddezza ma anche, e soprattutto, intelligenza che non ha tardato ad emergere anche al Tre Fontane. Gli bastano appena 4 minuti e, su un cross del vecchio compagno di squadra Semeraro (altro 2001), prende posizione tra i difensori atalantini e piazza la sponda che manda in gol Keba. Un esordio da urlo, che fa passare in secondo piano la delusione per la sconfitta, e condito da un De Rossi che nella settimana in cui lo ha avuto a rapporto sembra averlo particolarmente apprezzato.


Barbarossa, gol pesanti anche con l'Under 17 © De CesarisDall'oratorio a Trigoria L'ultimo atto della settimana da sogno di Barbarossa arriva però sabato. Neanche il tempo di godersi la prima con la Primavera che l'attaccante torna a vestire la maglia dell'Under 17. Nessun malumore per il 2001 che anzi da prova di maturità scendendo in campo con la squadra di Baldini come se non fosse successo nulla. Roma chiamata all'impresa nel tentativo di scavalcare il Benevento in vetta alla classifica. Barbarossa parte dalla panchina poi, dopo una decina di minuti dall'inizio del secondo tempo, arriva il suo turno. Due minuti e gol del 3-1 che mette in ghiaccio la partita con i capitolini che volano così al primo posto in classifica. Un gol pesante ma che diventa importante perchè prova tangibile dello spirito di un ragazzo che ha saputo tenere i piedi per terra gettandosi così nella mischia con quella cattiveria e quella determinazione che lo hanno reso uno dei profili più interessanti dell'intero settore giovanile di Trigoria. La Roma apprezza e si coccola ora un attaccante che ha tutte le carte in regola per diventare un vero e proprio patrimonio della società. Barbarossa, come nessun altro in Italia, riesce infatti ad interpretare il ruolo di prima punta in modo atipico, sdoppiandosi nelle vesti di bomber e suggeritore. Definirlo “funzionale” è riduttivo anche se calzante. L'aggettivo chiarisce al meglio la capacità unica che ha nel dare sostanza, e gol, all'attacco di cui diventa primo regista esaltando così non solo le sue qualità ma anche quelle di chi gli gioca accanto. La Roma si gode ora quel ragazzino pescato sei anni fa dentro un oratorio e notato da Bruno Conti durante uno stage estivo a Trigoria. Da allora, di tempo e gol ne son passati tanti ma Alessandro Barbarossa è rimasto quello di sempre e, in fondo, la sua forza sta proprio qui.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni