Cerca

Europeo

Ponsi stende l'Islanda: Italia, fase finale vicinissima

L'Under 17 di Nunziata piega il team di Arnason dopo il ko con l'Olanda e chiude il girone al secondo posto

14 Marzo 2018

Italia ok contro l'Islanda ©figc.it

Italia ok contro l'Islanda ©figc.it

ITALIA-ISALNDA 1-0
ITALIA Russo, Ponsi, Armini, Gozzi Iweru, Brogni, Gyabuaa, Leone, Freddi Greco, Riccardi (C) (Fagioli 77’), Ricci, Vergani PANCHINA Brancolini, Ghislandi, Vaghi, Ntube, Mattioli, Cortinovis ALLENATORE Nunziata
ISLANDA Hardarson (29'st Andresson), Waren (7'st Baldursson) , Magnusson, Barkarson, Gunnarsson K., Gunnarsson J., Ingason, Palmason, Kristinsson (Fridriksson), Foldisson, Gudjohnsen PANCHINA Gudlaugsson, Palmason, Hilmarsson, Sigurdarson ALLENATORE Arnason
MARCATORI Ponsi 5'st
ARBITRO Frid (Israele) NOTE Ammoniti Greco

Italia ok contro l'Islanda ©figc.itPer gli Azzurrini la qualificazione è a un passo. La Nazionale Under 17 vince di misura l’ultimo incontro con l’Islanda, arriva seconda nel gruppo 5, ma deve aspettare i risultati degli altri gironi per sapere con matematica certezza del passaggio alle finali europee. Il regolamento Uefa prevede infatti che siano le migliori 7 seconde ad accedere all’Europeo di categoria e il girone dell’Italia è stato, tra gli otto, il primo a terminare. La seconda piazza da sola non garantisce la qualificazione alla fase finale perché il regolamento stabilisce che i punti totalizzati con le ultime nei gironi non valgano ai fini del conteggio finale. I tre punti acquisiti dagli Azzurrini con la vittoria nel primo match contro la Turchia (che oggi ha perso con l’Olanda, che così stacca il pass per l'Europeo), statisticamente in passato hanno garantito il pass per la fase finale del torneo continentale.

I ragazzi di Nunziata mettono al sicuro il risultato con il difensore fiorentino Fabio Ponsi al 50’, dopo che Alessandro Russo, 9 minuti prima, aveva parato un rigore concesso troppo generosamente dall’arbitro israeliano Frid.

Il tecnico Azzurro schiera Ponsi, Armini, Gozzi Iweru e Brogni in difesa; a centrocampo Leoni, Gybuaa e Ricci; Freddi Greco nel ruolo di trequartista con Riccardi avanti a sinistra, spesso arretrato tra le linee, Vergani punta. Il primo tempo è dominato dall’Italia sul piano del gioco: gli Azzurrini surclassano i loro avversari nel possesso palla, ma hanno difficoltà a finalizzare. Al 5’ uno scambio Vergani-Gybuaa mette quest’ultimo nelle condizioni di tirare poco fuori dal limite: il tiro viene deviato da Hardarson oltre la traversa. Altre tre occasioni create per Riccardi, Vergani e Freddi Greco vengono neutralizzate dal portiere islandese e la prima frazione si chiude a reti bianche.

La ripresa inizia con un brivido sulle schiene degli Azzurrini: l’arbitro concede il penalty all’Islanda dopo neanche un minuto di gioco per un contatto spalla a spalla tra Ricci e Karl Gunnarsson, che cade in area.  Si incarica di batterlo la stellina dell’Espanyol, Gudjionson, ma Russo intuisce e intercetta il tiro allungandosi sulla sinistra. Sale poi in cattedra Alessio Riccardi, che gioca in una posizione più avanzata: è dal suo piede che al 50' parte forte il cross al centro dell’area islandese che viene raccolto da Ponsi, che batte imparabilmente Hardarson. Da questo momento in poi, le redini del gioco passano definitivamente nelle mani dei ragazzi di Nunziata e l’accoppiata Riccardi-Vergani crea almeno tre chiare occasioni da gol, una delle quali al 54’ si infrange sul palo ed è sfortunato Vergani, al suo terzo legno in queste qualificazioni.

La partita si chiude senza particolari sussulti per la difesa Azzurra e la gioia per la vittoria e il secondo posto conquistati cedono il passo all’attesa del responso degli altri gironi.


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE