Cerca

focus

Fiorentina-Juve, sfida al vertice con tanti ex del Lazio

Sarà un big match di altissima classifica, decisivo in questo rush finale della regular-season degli Allievi

06 Marzo 2019

Lazio-Juve (FOTO Cippitelli)

Lazio-Juve (FOTO Cippitelli)

Lazio-Juve (FOTO Cippitelli)

I conti finali stanno per arrivare, Fiorentina e Juve lo sanno bene. I rispettivi talenti anche, chiamati all'ultimo scatto stagionale per l'allungo alle finali. Perché però parlare di questa sfida, qui in questa sede? Presto fatto. I viola e i bianconeri stanno volando nel girone che include la Lazio di Fratini. Proprio i biancocelesti, qualche settimana fa, hanno bloccato al Melli i toscani sullo 0-0, interrompendo solo temporaneamente un percorso stagionale che rimane tutt'ora indiscutibilmente positivo. Meno bene è andato, invece, il recente scontro tra acquilotti e bianconeri in terra piemontese. La Juve vola sempre più in testa, mantenendo ancora un margine forse troppo esiguo sulle inseguitrici ma continuando ad esprimere talento, forza e continuità in stagione. Protagonisti, dicevamo, di questi due splendidi cammini, ben quattro giocatori in casa viola ed uno in casa juventina che creano e mantengono un filo diretto con il Lazio.


A Vinovo, Giovanni Garofani - classe 2002 - continua a difendere i pali zebrati da ormai tre stagioni piene. La Juve, anche grazie a lui, vanta un ottimo rendimento difensivo che sta garantendo, oltre all'efficacia offensiva, la cima del girone. Quest'estate si compiranno tre anni dall'ufficializzazione del passaggio dalla Nuova Tor Tre Teste, dopo la precedente partecipazione al torneo Pecci e la definitiva decisione. Insomma, a conti fatti, la squadra del Candiani non può che continuare ad essere orgogliosa del proprio lavoro a lungo termine nella formazione dei nuovi talenti. A Torino, malgrado il clima, fioriscono Garofani. 


In terra fiesole, invece, sono ben quattro i profili che ci riportano con la mente alla nostra regione. Dopo Andrea Milani e Marco Basylach, alla corte di mister Cioffi si sono aggiunti da quest'anno anche Massimo Silvestri e Daniel Guerini. Due in attacco e due a centrocampo, ben alternati in quanto decisività nelle gare, chiedere al Sassuolo ad esempio. Di Massimo Silvestri ne avevamo già parlato qualche settimana fa: nove reti in stagione, la dieci sulle spalle e tanta voglia di dimostrare quanto non permessogli in casa Roma. Anche Daniel Guerini non è da meno, tanta classe col pallone tra i piedi e la continua dimostrazione di essere un vero e proprio perno di collegamento in mezzo al campo. Anche lui ex della Capitale, sponda biancoceleste. Infine, Basylach e Milani fanno tornare alla mente la crescita in casa Urbetevere. Una rete per il primo, ben sette per il secondo e tanta voglia di continuare a contribuire per il club fiorentino. 


Insomma, sarà una sfida di vertice fatta di tanta qualità. Gli osservatori e i conoscenti del calcio laziale certo non si perderanno la sfida. Una vera e propria vetrina di quanto di buono prodotto nel nostro territorio. 




Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE