Cerca

Focus

Domenica c'è Pescara-Roma: ecco le parole di Giuseppe Geria

Il responsabile del settore giovanile abruzzese ha espresso il proprio parere sulla gara contro i giallorossi

09 Ottobre 2020

Domenica c'è Pescara-Roma: ecco le parole di Giuseppe Geria

Giuseppe Geria ©GazReg

Domenica alle ore 15.00 la Roma sarà ospite di un Pescara desideroso di rivalsa dopo il ko in casa del Benevento una settimana fa. I delfini sono ancora a zero, ma alla prima giornata è toccato loro il turno di riposo. Sta di fatto che i 2004 biancazzurri vorranno mettere in cascina i primi punti stagionali, ma per farlo bisognerà affrontare e superare i pari età della Capitale. Mentre i giovani abruzzesi aspettano la formalizzazione di Hugo Campagnaro come nuovo tecnico (l'ex calciatore argentino sta svolgendo le ultime pratiche per il tesserino da allenatore, un processo che ha subìto ritardi a causa del Covid), dovranno rinunciare anche ad Alessio Gallo, portiere titolare che grazie alla sua esponenziale crescita ha guadagnato la maglia della Nazionale. I difensori della Roma dovranno comunque mantenere una certa attenzione nei confronti di Riccardo Rossi e Mbaye Dyeye Baka, due elementi interessanti dell'Under 17 pescarese. Il responsabile del settore giovanile, Giuseppe Geria, è intervenuto ai nostri microfoni esprimendo il proprio parere sulla partita di domenica: "Il nostro obiettivo come vivaio è quello di far migliorare i ragazzi con cui lavoriamo al fine di dar loro l'opportunità di approdare in società di maggior prestigio, oppure portarli in prima squadra. Anche per questo motivo non pensiamo troppo all'avversario, proponiamo il nostro gioco indipendentemente da chi abbiamo davanti, la nostra identità resta sempre la stessa. A conferma di ciò il sabato mattina, visto che i ragazzi ancora non vanno a scuola, facciamo delle sedute di affinamento tecnico, non ci preoccupiamo della partita del giorno dopo; il traguardo è raggiunto quando vediamo miglioramenti, tanto nella mentalità, quanto nei vari aspetti che compongono un calciatore. Della Roma apprezzo il collettivo, oltre ovviamente ad alcune individualità importanti. Alessio Riccardi? Premesso che non seguo la prima squadra, al momento credo che non stia facendo male. Lo conosco bene, a mio avviso è un calciatore che può dare il proprio apporto alla prima squadra, adesso è al primo anno con i grandi, sta a lui rispondere positivamente".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE