Cerca

l'intervista

Latina, Battista tra Picerno e Paganese: dopo un successo è pronto il bis?

Il tecnico nerazzurro analizza la vittoria contro i lucani e si proietta all'incontro con i campani

26 Ottobre 2021

Michele Battista

Michele Battista, allenatore del Latina (Foto ©Cassoni)

Abbiamo intervistato Michele Battista del Latina, il quale ha parlato della gara dalle mille emozioni di domenica scorsa contro il Picerno. Queste le sue parole, con uno sguardo anche sulla prossima partita contro la Paganese.

Una vittoria difficile contro il Picerno, terminata addirittura in 9 contro 10 negli ultimi 20’. Come giudica la prestazione? "La prestazione dei ragazzi è stata la migliore di tutto il campionato, hanno avuto grande carattere e grande cuore. Andare a giocare lì con tanti tifosi al seguito, andare in svantaggio al primo minuto è abbastanza tosta. Abbiamo reagito benissimo pareggiando da rigore, poi abbiamo avuto altre occasioni che non siamo riusciti a sfruttare. Devo dire che loro hanno un grandissimo portiere, il migliore in campo del Picerno. L’espulsione di Merola non so quanto fosse giusta, mentre il gesto Morriale è stato irresponsabile, anche se glielo perdoniamo. Siamo stati bravi a mantenere il vantaggio e a non farci intimidire anche in inferiorità numerica, il Picerno è una squadra forte che secondo me non merita la classifica che ha, perché ha giocatori di qualità. Voglio fare poi i complimenti a tutta la società del Picerno perché ci hanno trattati molto bene, ci hanno accolti benissimo facendoci anche i complimenti a fine gara. E’ stato molto bello".

Tanti i cartellini mostrati durante il match. "I cartellini gialli sono stati più a causa delle proteste in una partita di cui l’arbitro aveva oerso il controllo. Ha ammonito i ragazzi che andavano a chiedere spiegazioni per alcune scelte, il che non andrebbe fatto ma a quindici anni può capitare di esagerare un po’."

La preoccupa il fatto di aver subìto gol dopo solamente un minuto di gioco? "La cosa che mi consola è che si è trattato di una giocata alla Messi. Martinelli ha saltato tre uomini in un metro quadrato, a volte bisogna esaltare i meriti degli avversari piuttosto che sottolineare gli errori dei propri giocatori. E’ stata veramente una grande giocata".

Domenica prossima avrete la possibilità di superare la Paganese in classifica. Come arrivate a questa partita "Andiamo ad affrontare una delle squadre più forti del campionato. Ci mancheranno alcuni giocatori per squalifiche ed infortuni vari. Loro hanno ragazzi che sanno palleggiare e una fisicità importante, noi prepariamo le partite con l’idea di avere il pallino del gioco. Vogliamo giocare a calcio, limitare i lanci e giocare corto. Cercheremo di non farci intimidire, ma dovremo essere bravi a leggere la gara e a plasmarci in base all’inerzia". 

Chi è l’uomo in più di questo Latina? "Non mi piace avere un uomo in più, io voglio avere undici uomini in più, con la panchina venti. Il campione da solo non riesce a portare avanti la squadra. Il campione deve essere parte integrante di un gruppo. Solo così si vince". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE