Cerca

Focus

Lazio, ci si aspettava molto di più. Le aquile steccano il derby

Prestazione di certo al di sotto delle attese per i biancocelesti, che non ingranano nella stracittadina lasciando troppi spazi ai cugini

14 Marzo 2022

Massimiliano D'Urso

Massimiliano D'Urso, tecnico della Lazio (Foto © De Cesaris)

Delusione, sicuramente questo è il termine più corretto per definire la prova della Lazio nel derby casalingo contro la Roma capolista. I ragazzi di D’Urso erano chiamati a vincere, o quanto meno a provarci, visto il -2 dai cugini in classifica, avendo disputato anche una gara in più rispetto ai lupi. Nonostante ciò invece i biancocelesti sono apparsi remissivi, nel primo tempi quasi spenti, con un atteggiamento attendista davanti ad una Roma invece vogliosa di dare il colpo finale al campionato sul campo dei rivali. Nella partita d’andata Nazzaro e compagni avevano sostanzialmente controllato la contesa in lungo ed in largo, mettendo alle strette i ragazzi di Ciaralli per novanta minuti. Lecito quindi aspettarsi almeno la stessa determinazione anche al ritorno, quando invece nell’arco della gara i giallorossi hanno espresso sicuramente di più. La cosa più preoccupante è stata che, oltre alla mancanza delle belle trame offensive mostrate negli ultimi mesi, sul manto erboso del Green Club non si sia vista neanche quella solidità tipica della Lazio di quest’anno. Al di fuori del pacchetto difensivo, il quale continua ad essere il reparto  migliore della rosa, dalla mediana in su si è fatta un’immane fatica a costruire qualcosa di interessante, finendo spesso intrappolati dal fitto centrocampo romanista. Le aquile hanno mostrato un sussulto d’orgoglio solo quando la Roma è passata in vantaggio, cercando di imbastire un forcing finale alla ricerca del secondo gol dopo il pari di Rossi. I biancocelesti dovevano fare sicuramente di più, cercando di sovrastare dei cugini, che invece hanno avuto sempre in mano le redini del gioco. L’attacco e la trequarti son sembrate bloccate, non in grado di causare troppi pericoli alla retroguardia avversaria, ma rendendosi pericolosi solo per le uscite a vuoto di Mengucci. Adesso mancano quattro giornate alla fine del campionato, e di certo bisognerà recuperare la verve smarrita nel derby per cercare di continuare l’inseguimento alla vetta.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE