Cerca

Quarti di finale

Lazio, domenica c'è la temibile Inter. Lo scontro che sa di finale anticipata

Tutto apparecchiato per il primo round della sfida tra nerazzurri e biancocelesti, che si giocano un posto per entrare tra le prime quattro del paese

03 Giugno 2022

Abbraccio Lazio, under 17

La Lazio (Foto © Cervera)

Tempo di verdetti, di motivazioni superiori nel dover coronare una stagione già importante fino a questo momento. Domenica si alza il sipario finalmente sulle fasi finali del campionato allievi nazionali, dove ci si gioca un posto per le semifinali. Il menù dei quarti è molto prelibato, considerando che a sfidarsi saranno le migliori otto del paese. Un momento importante, quello in cui i campioni del domani vengono fuori, con un livello che necessariamente tende ad elevarsi. Tra le protagoniste attese rientra sicuramente la Lazio di Salvatore D’Urso, arrivata seconda nel proprio girone alle spalle dei cugini della Roma, mantenendo sempre una crescita continua e costante. Difatti i biancocelesti con l’ingresso del nuovo anno hanno sensibilmente migliorato le trame offensive, offrendo spesso un gioco spumeggiante, divertente, senza scordarsi del loro cinismo sotto porta, sfruttando al massimo gli errori degli avversari, come fatto nella prima parte del campionato. Le aquile hanno raggiunto uno step superiore, lo dimostra l’aver chiuso come miglior difesa dell’intero girone, o anche l’aver acceso le diverse bocche da fuoco là davanti: Di Nunzio, Brasili, Giubrone, il recuperato Rossi, tutti diventati importanti nel rush finale. In mezzo al campo al contempo non sono rimasti a guardare, considerando l’exploit definitivo di Oliva, convocato in nazionale, ma anche la solidità di Nazzaro e l’estro di Di Tommaso e Sardo, pronti a tornare decisivi. Una Lazio che è stata valorizzata nel giusto modo dal suo allenatore, rimanendo compatta e andando a mettere le proprie carte sul tavolo nella volata Scudetto. Tra due giorni però l’avversario sarà dei più difficili, forse il maggiormente impegnativo del campionato: l’Inter. I nerazzurri hanno un vero e proprio patrimonio nei classe 2005, tanto da essere una delle favorite al tricolore. La squadra meneghina può contare su un top player tra le linee come Luca Di Maggio, assoluto protagonista dell’Europeo di categoria appena giocato dall’Italia in Israele. Insieme a lui aveva preso parte alla kermesse anche Francesco Pio Esposito, attaccante letale a cui i biancocelesti dovranno star attenti. Per chiudere mister Polenghi inoltre potrebbe avere a disposizione pure Valentin Carboni. L’ex Lanùs e Catania ha giocato in pianta stabile con l’Under 18, scendendo in campo anche con la Primavera, dove Chivu gli ha dato spazio persino nella finale per il titolo nazionale vinta dai suoi contro la Roma martedì scorso. Insomma sarà uno scontro epocale, una probabile finale anticipata dove verrà fuori tutto il carattere delle due squadre.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE