Cerca

Focus

Frosinone, gol e carattere. Kristian Mezsargs è il bomber dei ciociari

Tre firme nelle prime due uscite per l'attaccante di Ledesma, fino ad adesso trascinatore dei suoi in campionato

14 Settembre 2022

Kristian Mezsargs

Kristian Mezsargs, capitano del Frosinone (Foto © Cinelli)

La trasferta di Bari ha riportato di sicuro il sorriso in quel di Frosinone, ormai scrollatosi quasi totalmente di dosso le scorie della pesante sconfitta interna con la Lazio, muovendo la classifica grazie ad un secco tris. Un risultato degno di nota, figlio della riorganizzazione completa della squadra, che ha consentito di avere una maggiore solidità, fino a guadagnarsi il primo clean sheet stagionale. Segnali importanti per Ledesma, il quale mattoncino dopo mattoncino sta cercando di far crescere al meglio la sua rosa, rendendola magari pronta per lottare verso il grande sogno dei playoff, visti da lontanissimo nella passata stagione. Il recupero di Iachini ha senza dubbio dato maggiore stabilità al reparto arretrato, ridisegnando al contempo la mediana, dove si è visto Silvestri dal primo minuto in cabina di regia accompagnato dal solito Ambrosini e da Centra, scelto come fantasista al posto di Fiorletta, bravo subito nel rispondere presente con la terza e definitiva rete della gara. Il reparto in cui invece l’ex centrocampista della Lazio non ha toccato nulla è stato quello offensivo, sicuramente il maggiormente positivo anche nella sfida con le aquile. Izzo e Bauco hanno mantenuto la maglia da titolare sulle fasce, non facendo assolutamente venir meno il loro importante apporto- gol per il primo, doppio assist invece siglato dall’ex Roma- anche se la copertina se la prende ancora capitan Kristian Mezsargs. Il centravanti si è regalato la terza rete in campionato, battendo l’estremo difensore biancorosso in striscia con quanto accaduto la domenica precedente in quel di Ceprano, in cui a esser bucato per ben due volte fu Renzetti. Quel giorno fu un tenero, quasi microscopico raggio di luce nella tempesta più totale, ma il sigillo all’Antonucci ha dato nuova linfa vitale ai ciociari, confermando le belle doti espresse dall’attaccante in questo avvio di stagione. Nel derby con i biancocelesti il numero nove si mise in mostra con una conclusione precisa dai venticinque metri, risolvendo una mischia poco dopo nella speranza di riaprire la contesa. A Bari invece è bastato spingere in rete l’ottimo assist di un Bauco particolarmente ispirato, per mettere una maggiore distanza tra i gialloblu ed i loro avversari. Senza troppe discussione ad oggi è lui il trascinatore di questo Frosinone, coadiuvato da un reparto offensivo dai connotati interessanti, con la voglia di non fermarsi e continuare a far crescere questa squadra, ricordandosi sempre l’atteso ritorno dell’infortunato Coiro e l’esordio di Schietroma, per un reparto dalla trequarti in su con molta qualità e talento.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE