Cerca

L'Intervista

Lazio, Terlizzi traccia il bilancio. "Partenza buona, stiamo lavorando su ogni cosa"

Due vittorie su altrettante gare disputate per i biancocelesti, che a detta del loro allenatore stanno seguendo un percorso ben preciso

14 Settembre 2022

Christian Terlizzi

Christian Terlizzi, allenatore della Lazio (Foto ©Cinelli)

La stagione è sicuramente partita con il piede giusto per la Lazio, che dopo la vittoria di Frosinone si è presa i tre punti anche tra le mura amiche contro un Palermo più ostico di quello che si pensasse. Le aquile hanno fatto il loro dovere, rimanendo a bottino pieno e mostrando già un’ottima crescita sotto diversi punti di vista, considerando anche l’avvio difficile dal punto di vista numerico causa le diverse indisponibilità. Sul lavoro svolto da un mese a questa parte dalla squadra è intervenuto così il nuovo allenatore dei 2006, Christian Terlizzi. “Molti mi hanno detto di aver ereditato un gruppo forte, io penso di averne ereditato uno dalle qualità importanti ma con più di qualche lacuna. Nella passata stagione sono arrivati risultati buoni, però anche fini a sé stessi visto come conti maggiormente arrivare in fondo ai playoff piuttosto che vincere un girone. L’obiettivo deve essere quello di far crescere i giocatori in ogni loro aspetto, la principale meta del settore giovanile. Per quanto riguarda le due gare fino a qui affrontate posso dire di aver visto delle prestazioni positive, al di là del risultato, che non guarderò mai se non alla fine della stagione. Domenica dopo la vittoria sui rosanero gli ho fatto comunque i complimenti ai ragazzi per questa prima fase di lavoro, reagendo bene anche all’esigenza di dover giocare, causa infortuni, solo con quattordici giocatori, che è il motivo per cui domenica in certi tratti siamo andati un po’ in sofferenza fisica”. Il tecnico dei capitolini ha voluto sottolineare l’importanza dello sviluppo dei suoi calciatori, tracciando la linea da cui fondare le basi per il lavoro dei prossimi mesi. “Io credo che il compito di ogni allenatore del settore giovanile sia quello di puntare al miglioramento delle doti dei suoi ragazzi, incentrandosi sulla loro crescita anziché sui meri risultati che il campo può offrire. L’obiettivo è quello di mandare i giocatori in Primavera, e ad oggi mancano dei requisiti importanti dovuti ad un gioco precedentemente basato solo sugli spunti individuali, mentre oggi questa deve essere una formazione in grado di creare occasioni, andare in gol e crescere grazie ad idee di squadra, sfruttando a pieno la potenzialità del collettivo. Io ho un approccio differente al lavoro e voglio che i miei calciatori maturino da questo punto di vista, perché crescere a livello di gruppo porta molti vantaggi sia in termini di risultati che singolarmente”. Infine Terlizzi ha voluto commentare l’aspetto tattico, considerando come abbia dovuto adattare la sua squadra in questo avvio con moduli diversi tra i tornei pre-stagionali e l’inizio del campionato. “A Frosinone abbiamo deciso di scendere in campo con la difesa a quattro visto che venivamo da due tornei ravvicinati, quindi la scelta è dipesa anche da ciò, volendo esporre i nostri ad un minor sforzo fisico, dal momento che gli undici di Ceprano avevano disputato quasi tutte le partite precedenti, e la stessa cosa con il Palermo, adattandoci anche alle nostre caratteristiche. Diciamo che il mio punto di partenza è il 3-4-1-2, ma se per esigenze dobbiamo modificare qualcosa i miei si devono adattare a tutto. Ormai sanno come mi piace lavorare, non lasciando nessun dettaglio, proprio seguendo ciò devono esser pronti a ogni forma di cambiamento”. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni