Cerca

Stagione 20-21

Rocchi e Inzaghi, un club per due destini simili

Le due icone della storia laziale condividono lo stesso percorso, dalle panchine delle giovanili per arrivare sempre più in alto

08 Ottobre 2020

Rocchi e Inzaghi, un club per due destini simili

Tommaso Rocchi

Mancano solo tre giorni all’esordio per la Lazio nel campionato Under 18 e per Tommaso Rocchi, all’inizio di una nuova avventura. Con 105 gol complessivi in 293 presenze, l’ex capitano biancoceleste ha lasciato nel cuore dei tifosi tanti momenti indimenticabili, per questo la società ha voluto ripagarlo assegnandogli un ruolo di grande responsabilità. Un percorso che ricalca quello di un'altra figura che ha fatto parte della storia laziale: Simone Inzaghi. Per lui sono 133 le presenze e 55 le reti segnate, un bottino certamente inferiore ma comunque importante, un ottimo punto di partenza per una carriera in rapida ascesa. Prima di sedersi sulla panchina della prima squadra e diventare uno degli allenatori più vincenti della storia di questo club, anche Simone è partito “dal basso”: nel 2010 vince il campionato con gli Allievi Regionali, per poi passare agli Under 17 e in seguito alla Primavera, al tempo allenata da Alberto Bollini, attuale commissario tecnico della Nazionale Under 20. Un tappeto rosso, o meglio biancoceleste, su cui Inzaghi ha saputo camminare in punta di piedi, trasformandosi da campione sul campo a pioniere in panchina. Tommaso Rocchi, dopo una stagione alla guida dei Giovanissimi Provinciali Fascia B nel 2016, poi dell’Under 15, nello scorso giugno viene promosso sulla panchina dell’Under 18, lasciando il posto a Simone Gonini. Anche per lui è il momento di salire un ulteriore scalino, di mostrare che un vero bomber sa segnare e soprattutto insegnare, che sia in area di rigore o in quella tecnica.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni