Cerca

Girone A

Lazio, ennesima disfatta. Al Green Club l'Ascoli trova il primo successo stagionale

Tre punti per la squadra di Berti, che trionfa meritatamente contro i biancocelesti grazie ai gol dei talenti "nostrani"

09 Marzo 2022

22a GIORNATA - 09 marzo 2022

Lazio 1 - 2 Ascoli
Tommaso Rocchi, allenatore della Lazio

Tommaso Rocchi, allenatore della Lazio (Foto ©Torrisi)

LAZIO Morsa 7, Bedini 5,5 (24’st Cannavaro 5,5), Abatneh 5, Marafini 6,5, Del Mastro 5,5, Schettini 5, Serafini 5,5 (38’st Perroni sv), Rossi 5, Nori 6,5 (20’st Milani 5), Napolitano 5,5, Bigonzoni 5,5 PANCHINA Polidori, Iobbi, Petrucci, Quaresima, Vecchi, Seghetti ALLENATORE Rocchi

ASCOLI Pagano 5,5, Cosimi 7, Cozzoli 7,5, Camilloni 7, Placidi 6,5, Luciani 6,5, Corvino 6, Di Marcello 6,5, Gennari 7, Mazzotta 6,5, D’Alessandro 6,5 PANCHINA Palmieri, Minucci, Alonzo, Musilli, Meneschincher, De Santis, Graziano, Amoruso ALLENATORE Berti

MARCATORI Nori 26’pt (L), Gennari 34’pt (A), Cozzoli 5’st (A)

ARBITRO Testoni di Ciampino 5,5 ASSISTENTI De Simone e Pancani di Roma 1

NOTE Ammoniti Luciani, Del Mastro, Corvino, Cozzoli Angoli 3-4 Fuorigioco 4-1 Rec 1’pt- 3’st

Il profumo di casa è sempre magico per l’Ascoli, che dopo aver pareggiato in casa della corazzata Roma si prende la prima vittoria stagionale sul campo della Lazio. Tre punti meritati dalla truppa di Berti, che ha rimodellato completamente questo gruppo, composto principalmente da giocatori della nostra regione, facendogli cambiare marcia in questa seconda parte di stagione. D’altro canto invece, al netto delle assenze, una Lazio veramente poco convincente non riscatta il ko di tre giorni fa a Milano, ma aggiunge alla sua lunga lista un altro risultato molto deludente contro un avversario inferiore sulla carta. Il primo vero pericolo lo creano gli ospiti, Cozzoli mette una bella palla tesa dalla sinistra, Corvino arriva in estirada, ma il suo destro poi sorvola solamente la traversa. La risposta biancoceleste è affidata a Napolitano, da punizione il capitano però non riesce a far scendere la traiettoria, mettendo alto. Al 24’ lo stesso numero 10 chiude una triangolazione con Nori, una volta entrato in area il fantasista stringe troppo il tiro non centrando lo specchio. Due giri di lancette più tardi Marafini trova la traccia perfetta per Nori, l’attaccante controlla, sterza alla grande e grazie ad un destro chirurgico gonfia l’angolino basso, sbloccando la contesa. Quando le aquile sembravano in controllo, Bedini lascia scoperta la corsia , su un lancio lungo Mazzotta si invola, crossa al centro trovando l’ex Urbetevere Gennari, che colpisce e con una traiettoria imparabile supera Morsa per il pari marchigiano. Al 37’ Cosimi strappa sulla fascia, pesca in area perfettamente Mazzotta, il quale però non calcia di prima, ma cerca il dribbling venendo stoppato dalla difesa; sul continuo Gennari prova a piombare sulla sfera, Morsa in uscita bassa sventa il pericolo. I ragazzi di Rocchi si fanno rivedere, Bedini scarta un avversario, entra in area ed appoggia verso Nori, l’attaccante a tu per tu con Pagano calcia addosso al portiere bianconero divorandosi il nuovo vantaggio. Sul proseguo dell’azione i padroni di casa recuperano il possesso, Napolitano lanciato verso la porta, viene fermato da Pagano, poi il portiere buca sul tiro di Bigonzoni in ribattuta, ma la difesa salva sulla linea. La ripresa inizia nel segno degli ospiti, dopo una paratona di Morsa, Cosimi recupera la sfera sulla destra, rimette al centro, dove Cozzoli arriva puntuale per il sorpasso della truppa di Berti. Poco dopo l’Ascoli disegna un’altra azione capolavoro, Mazzotta lancia Cozzoli a sinistra, il cross basso del prodotto della Lodigiani pesca dal lato opposto Cosimi, che a botta sicura trova un prodigioso Morsa, il quale evita il tris ai suoi. La Lazio reagisce in maniera veemente, Bedini all’11 carica il destro dal limite dell’area, la sua bella conclusione però finisce di poco alto. Poco più avanti Bigonzoni scippa la sfera a Lucioni, l’ex Savio punta la porta, cerca il tiro, che finisce però centrale tra le braccia di Pagano. Nei pressi del 25’ Camilloni con un filtrante a spiovere trova Placidi in area, il difensore calcia ad incrociare ma sulla sua strada c’è ancora Morsa. Alla mezz’ora Serafini converge verso il centro, tocca in direzione Bigonzoni, la cui conclusione però è ancora una volta larga. Morsa continua ad essere salvifico per i padroni di casa, Mazzotta imbeccato in area ci prova con la punta ma il portiere biancoceleste si oppone, mettendo in angolo. A cinque dal termine Bigonzoni si gira bene al limite dell’area, prova ad incrociare con il sinistro, ma il tiro esce debole consentendo a Pagano di bloccare. Lo stesso esterno ritenta poco più tardi da punizione, la botta potente del numero 11 però sfila di poco a lato. Finisce così, un Ascoli perfetto si prendono tre punti meritatissimi, sconfiggendo una Lazio che esce per l’ennesima volta con diversi rimpianti dal campo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE