Cerca

L'intervista

Falasche, Cesarini: "Pensiamo solo alla Vis Artena"

Le parole del tecnico biancoverde dopo il ko con il Campus Eur che ha frenato la corsa dei suoi ragazzi

29 Marzo 2017

Cesarini (Foto ©Lori)

Cesarini (Foto ©Lori)

Cesarini (Foto ©Lori)

Il Dilettante Falasche, terzo in classifica e in corsa per le finali, sta facendo una buona stagione. Anche se potrebbe aver messo a rischio tutto perdendo a sorpresa con il Campus Eur. E di questo ne ha parlato l’allenatore Cesarini: “La partita di sabato ci ha fatto perdere qualche punto in più che potevamo avere, perché venivamo da nove risultati utili consecutivi e non ce l’aspettavamo. C’è stato un black out, come ogni tanto ci succede. Evidentemente i ragazzi erano convinti di poter far gol e invece non è stato così, anche perché il merito è del Campus Eur che ha giocato meglio di noi e ha meritato la vittoria. Però tutto sommato si può dire che l’annata è più che positiva, e nessuno se l'aspettava, perché giochiamo sotto età con tutti ‘99 e l’unico ‘98 che abbiamo è in panchina. Perciò è un’annata bellissima fin qui, però è normale che adesso che siamo terzi a un punto dal secondo e a uno dalla quarta come prima ci crediamo sempre e vogliamo andare a fare i playoff. Ce li siamo anche meritati per l’annata che abbiamo fatto. I ragazzi sono bravissimi, la società si è messa a disposizione, ma tutti i miei collaboratori. Mi dispiace per sabato perché è stata una cosa inaspettata, almeno per me. Anch’io ero convinto, magari non di vincere facilmente, perché il Campus Eur in casa loro ci ha messo in grosse difficoltà perciò avevo avvisato i ragazzi. Bravi loro che hanno fatto tre punti veramente importanti perché devono lottare per i playout e con questi tre punti hanno dato un’ulteriore spinta per far meglio anche sabato prossimo. Speriamo pure noi che facciano bene, anche perché dobbiamo andare a vincere ad Artena sennò è tutto vanificato quello che abbiamo fatto fino adesso. Questa partita ci ha negato la gioia di qualcosa che poteva essere un’ufficialità”.

Sul match perso con il Campus Eur Cesarini ha poi aggiunto: “La partita ci ha tolto un pochino di tranquillità perché stavamo a quattro punti dalla Romulea, se avessimo vinto quella gara saremmo rimasti così e sarebbe stato quasi matematico, perché mancava una vittoria ad Artena, e noi saremmo andati a fare i playoff. Invece così dobbiamo lottare in tutte e due le partite con la speranza che un passo falso lo facciano pure le altre. È inutile negarlo, come loro speravano in un nostro passo falso, adesso speriamo noi. Sempre pensando che  dobbiamo vincere ad Artena”.

Il Dilettante Falasche, quindi, archiviata la sconfitta di sabato scorso dovrà affrontare prima la Vis Artena e poi il Tor di Quinto, due scontri utili a mantenere la terza posizione e a realizzare il sogno delle finali:  “Non guardo mai alle gare successive, guardo sempre la partita che ho davanti, per adesso sto pensando solamente all’Artena. Dobbiamo vincere lì per forza. È una partita importantissima e poi al Tor di Quinto ci penseremo già da sabato pomeriggio, finita la gara ad Artena. Adesso pensiamo all'Artena perché è una partita importante, dobbiamo vincere per rimanere sempre a un punto dalla Romulea e a uno dal Pro Roma. Noi dobbiamo vincere, poi vediamo quello che succede”.

E infine a proposito del sogno playoff, Cesarini ha concluso parlando dell’importanza che ha per la sua squadra: “Per una piccola società come le Falasche lottare con le squadre romane che sono più attrezzate, perché hanno un bacino di utenza maggiore rispetto al nostro, è una soddisfazione immensa che non c’è mai stata. E perciò ci teniamo moltissimo perché a questo punto ci crediamo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE