Cerca

caput mundi

CR Lazio, uscita a testa alta. L'Italia LND alza la coppa

La selezione di De Patre vince la finalissima dell'Anco Marzio, disputata stamattina ed inanella il quarto trionfo. Terzo ko invece per la Rappresentativa laziale

22 Febbraio 2019

Rappresentativa CR Lazio ©LndLazio

Rappresentativa CR Lazio ©LndLazio

ITALIA LND - CR LAZIO 2-1 

ITALIA LND Burigana 6, Shiba 6, Chiti 6.5, Ferrante 6.5, Santagata 6 (24'st Wachtler 7), Blando 7, Petricci 6, Macaione 6 (6'st Cicconetti 6), Martinelli 6 (28'st Palmiero 6), Pasinato 6 (18'st Alfano 6), Buongarzoni 7.5 (41'st Salomone sv PANCHINA Chiesa, Keber, Fermani, Marongiu CT De Patre

CR LAZIO Pinna 6.5, Celesti 6, Finucci 6 (31'st Ndoj 6.5), Iannoni 6.5, Marini 6 (19'st Berardelli 6), Miola 6.5, Orsili 6.5, Palmarucci 6.5, Ruggiero 6, Santoni 6.5, Spoletini 6 (10'st Montesi 6) PANCHINA Haimana, Bellumori, Fabrizi, Francisci, Gejka, Nappi CT Ippoliti 

MARCATORI Miola 14’st (CR), Wachtler 29’st (I), Ferrante 37’st (I)

ARBITRO Lupinski di Albano Laziale, 5.5

ASSISTENTI Morunga e Brizzi di Aprilia

NOTE Ammoniti Martinelli, Finucci Angoli 1-5 Fuorigioco 4-2 Rec. 0’pt-6’st


Rappresentativa CR Lazio ©LndLazio


Dopo un torneo esaltante, per le due formazioni, a spuntarla nella finalissima della tredicesima edizione del Caput Mundi è la squadra rappresentativa dell'Italia, al quarto successo. Formazioni che, affrontatesi già nelle edizioni 2014 e 2015, si trovano di nuovo davanti l’una all’altra nella tarda e soleggiata mattinata all’Anco Marzio di Ostia, casa dei biancoviola. Inizia subito forte la formazione allenata da mister De Patre. Al 2’ di gioco la manovra si sviluppa sulla destra con un bell’adsolo del numero sedici in maglia bianca, Martinelli: arrivato fino alla linea di fondo al limite d’area prova a centrare di punta ma non trova nessun compagno a spizzare in rete. Risponde la rappresentativa laziale con un corner pericoloso sul quale interviene in area il numero sei in maglia verde, mettendo paura alla difesa italiana. Al 16’ bel numero di Buongarzoni, che sulla linea di fondo dalla parte sinistra dell’area di rigore salta in dribbling due uomini non riuscendo però poi ad inidirizzare il pallone se non tra le braccia del portiere. Numero 19 “di casa” che sorprende per poco il portiere laziale su una punizione a giro sulla quale però vola il guardiano dei verdi. Altro spunto italiano col numero nove al 32’ dalla trequarti sinistra, sebbene il tiro si riveli una soluzione velleitaria finita alta sulla traversa. Il match prosegue a ritmi bassi, con il Lazio bloccato nella propria metà campo e succube della manovra continua, seppur sterile, della rappresentativa italiana. Spunto azzurro ancora con il 19, bravi ad aprirsi il tiro col destro sempre dal limite d’area, lato sinistro. Il portiere laziale però smanaccia bene e tiene lo 0-0. Al rientro le squadre giocano con un equilibrio maggiore, i ragazzi di mister Ippoliti sembrano più attivi e al ridosso del quarto d’ora vanno avanti. Punizione a giro in area e nella mischia è Miola a buttarla dentro per l’inaspettato vantaggio del Lazio. Al 27’ grande soluzione del numero nove italiano Bosco Blando, che dai trenta metri si libera li spazio per concludere sul palo alla destra del portiere laziale. La palla però scheggia proprio il legno e mette i brividi al portiere “ospite”. È il preludio al gol, che arriva al 29’ con un cross dalla destra e porta il numero 20 Wachtler, neoentrato, a staccare in area: 1-1. Il gol del sorpasso arriva al 37’ con una bella manovra italianansulla destra, due sponde e palla che serve Ferrante, ben piazzato in area per il colpo che vale il 2-1 a tre giri di lancette dalla fine. Ci prova il Cr Lazio fino alla fine, con il numero undici Montesi bravo a divincolarsi al limite dell’area ma conckudendo a giro troppo debolmente. Sei minuti di extra-time, proteste per un'espulsione mancata ai "locali", a detta del Lazio. A trionfare, però, è per la quarta volta la Rappresentativa Italia, appuntamento al prossimo anno. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE