Cerca

l'intervista

Perconti, il punto di Bellinati: gruppo, finali e non solo...

La capolista del gruppo centro nord è tornata al successo dopo due partite. Il mister è un perfezionista e vuole ancora di più

11 Marzo 2019

Francesco Bellinati ©Conti

Francesco Bellinati ©Conti

Francesco Bellinati ©Conti

Una rondine non fa primavera, e con il freddo che torna a farsi sentire il paragone è d'obbligo, però in casa Vigor Perconti c'era bisogno del ritorno al successo. Una vittoria che ha consentito alla squadra di Francesco Bellinati di rimanere a +10 sul Settebagni secondo in classifica. Il tecnico di Colli Aniene lo conosciamo da tempo, è un perfezionista, e nonstante una squadra all'apparenza perfetta vuole ancora di più. Non tanto per la classifica, quanto in vista dei play off, che sabato potrebbero essere centrati matematicamente. "Noi andremo senza dubbio ai play off e con la stessa certezza dico che lo faremo come primi in classifica, un obiettivo sempre importante da centrare. Però abbiamo bisogno di altro. Noi siamo rimasti fermi alla partita con il Campus Eur (ossia al 22 dicembre ndr) pensando di essere fortissimi e di poter vincere le partite senza sforzo. Non è così che va e l'ultimo periodo lo testimonia. In questo ci sono diversi fattori. Alcuni sono legati ai singoli, altri al gruppo, altri ancora al fatto che dobbiamo gestire una situazione difficile in Eccellenza e dunque diversi ragazzi stanno pagando il doppio impegno. Faccio un esempio: contro il Montefiascone abbiamo giocato con Orsili terzino sinistro dopo che era stato impegnato nel Caput Mundi con la Rappresentativa. La nostra è una squadra che ha subito 27 gol: troppi per una squadra che vuole vincere il campionato. Con il Villalba vincevamo 3-1 a pochissimo dalla fine e ci siamo riprendere. Dalla partita con il Campus Eur in avanti abbiamo vinto perché siamo più forti degli altri, perché abbiamo dei singoli con grande qualità capaci di poter risolvere le partite con una giocata. Questo, alle finali, non può bastare. Abbiamo giocato in un girone più abbordabile rispetto all'altro, in cui ci sono formazioni che fino alla fine lotteranno per un posto ai play off e quindi arriverranno più allenate, fisicamente e mentalmente, all'appuntamento. E le prime tre squadre del girone B sono delle signore squadre. Pensiamo al Tor di Quinto, che alla fine quando si tratta di vincere sa come farlo. Dobbiamo quindi ritrovare una nuova identità, compattarci maggiormente verso l'obiettivo e ragionare di gruppo, altrimenti rischiamo di non farcela". Ed il riferimento a non far cosa non è difficile da intendere...

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE