Cerca

girone B

L'Urbe vince in rimonta: Virtus Nettuno sulla graticola

I gialloblù superano con tre gol la formazione di Panicci che continua a rischiare in zona retrocessione

09 Aprile 2019

Esulta l'Urbetevere ©Torrisi

Esulta l'Urbetevere ©Torrisi


URBETEVERE Baldinetti 6.5, Cupito 6, Colacicco 6, Costa 5.5, Paola 6, Meluzio 5.5, Bote 7, Di Biagio 5.5 (1’st Donnini 6.5), Flammini 6 (10’st Oliverio 6), Ricercato 5.5 (1’st Carillo 6) Zappalà 7 PANCHINA Monaldi, Verna ALLENATORE Marinelli

VIRTUS NETTUNO LIDO Gravina 5.5, Lucarini 6 (9’st Quadara 5.5), Gattamelata 6, Valentini 5.5 (21’st Quaresima 6), D’Auria 6, Fenu 6, Sepe 5.5 (15’st Perreca 5.5), Kamenov 5.5, Minnocci 5 (24’st De Falco 6), Gentilini 6.5, Catania 6.5 PANCHINA Zaouali ALLENATORE Panicci

MARCATORI Gentilini 11’pt (V) Flammini rig. 16’pt (U) Bote 4’st (U) Zappalà 43’st (U)

ARBITRO Amato di Tivoli 6

NOTEAmmoniti Cupito, Perreca Angoli 2-3 Rec. 1’pt,3’st

Esulta l'Urbetevere ©Torrisi

Battuta d'arresto nella corsa alla salvezza per la Virtus Nettuno sul campo dell'Urbetevere. I ragazzi di mister Marinelli senza nulla da chiedere, si ritrovano a confrontarsi con degli avversari non facili, reduci da un'ottima vittoria in casa contro il Pomezia. Ai ragazzi di mister panicci serivano punti per allontanarsi dalla zona calda della classifica e la loro entrata in campo sembra pronosticare il meglio: al minuto 11' è 0-1, Gentilini si fa trovare pronto sulla sponda di testa in area del suo compagno di reparto e con un tiro di prima intenzione beffa Baldinetti, che nulla può. Tutto sembra andare per il meglio, soprattutto con un Catania scatenato che corre per tutto il campo offrendo aiuto in fase difensiva e creando pericoli in attacco; l'euforia degli ospiti però viene placata dopo appena 5 minuti, quando il difensore in maglia blu, Valentini, commette un'ingenuità offrendo un calcio di rigore ai padroni di casa che lo sfruttano al meglio con il loro numero 9 Flammini. Il primo tempo si conclude così, vedendo due squadre molto attente che si studiano e che rischiano poco andare a riposo sul risultato di 1-1. Secondo tempo decisamente diverso: i ragazzi di Panicci cominciano ad avere difficoltà in mezzo al campo. Non si fa in tempo a dirlo ed eccoci qua, è subito 2-1 per i padroni di casa, che ribaltano il risultato dopo appena 4 minuti dalla ripresa. Da qui in poi quasi solo Urbe, qualche sporadica azione avversaria ma niente di che, se non per la grande opportunità mancata dal capitano della Virtus che si fa ipnotizzare dal portiere, sfiorando il pareggio. Gli ospiti non riescono ad approfittarsene e allora ci pensa Zappalà che chiude definitivamente i conti per la squadra di casa al minuto 43' blindando il risultato sul 3-1. 


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE