Cerca

L'INTERVISTA

Flaminia, Tocci: "Sconfitta che ci ha fatto mettere i piedi per terra"

Il tecnico dei rossoblu torna sul risultato di sabato scorso e prepara la riscossa per la delicata trasferta di Ostia

19 Settembre 2019

Fabio Tocci ©Cippitelli

Fabio Tocci ©Cippitelli

Fabio Tocci ©Cippitelli

Il Flaminia medita sulla sconfitta inaugurale per mano dell'Albalonga e prepara la "vendetta": un piatto da servire freddo, se possibile, sin dalla prossima giornata sull'insidioso terreno di gioco dell'Ostiamare. Tra il ko (di cui bisogna farne tesoro) all'esordio e la difficile trasferta di Ostia, girano i pensieri e le parole del tecnico rossoblu Fabio Tocci, pronto a voltare pagina ed iniziare un capitolo nuovo; se possibile 'vincente'.


- Dopo il ko interno con l'Albalonga, "riscatto" è la parola che funge da filo conduttore in questa settimana?

"Sempre. Anche perchè è stata una stata una sconfitta arrivata contro un'ottima squadra, molto organizzata, e con 3/4 ragazzi al di sopra del livello medio. Probabilmente il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, però a noi i primi 90' della stagione sono serviti molto in quanto abbiamo commesso troppi errori, specialmente nel primo tempo. E' stata una partita utile per far capire ad alcuni ragazzi che devono tornare con i piedi per terra e che l'andazzo quest'anno è un pochettino diverso".


- Si può parlare, quindi, di una sconfitta che, tra tante virgolette, può fare bene?

"C'è sempre da imparare, per migliorarsi. L'incontro di sabato scorso ha evidenziato dei limiti di atteggiamento, e potremo usarlo per mettere l'accento su alcune situazioni: forse qualche ragazzo si era rilassato. Questo, comunque, fa parte del gioco, e per certi versi ci ha fatto bene. Adesso la preoccupazione va alla prossima giornata di campionato".


- Che partita si aspetta con l'Ostiamare?

"Ho visto che hanno perso 4-3 ad Anagni. Potrebbe essere un incontro a viso aperto, dove si possono fare e prendere gol con la stessa facilità. Dovremo essere bravi a cercare di rimanere concentrati dall'inizio alla fine. E' un incontro da non sottovalutare, anzi. Per il resto la settimana è andata molto bene: ci stiamo preparando ad una trasferta delicata perchè l'Ostiamare, per tradizione e cultura del settore giovanile, è sempre stata ad alti livelli".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE