Cerca

la rubrica

La Voce Del Capitano: Ciampicotto e l'orgoglio falisco

Il leader da spogliatoio del Montefiascone si racconta a tutto tondo analizzando anche il periodo della squadra

25 Ottobre 2019

Andrea Ciampicotto ©Montefiascone

Andrea Ciampicotto ©Montefiascone

Andrea Ciampicotto ©Montefiascone

L'orgoglio che deriva dal rappresentare la propria terra è uno dei più forti che si può vivere sulla propria pelle. Il Montefiascone in toto ne sa qualcosa, essendo l'unica squadra incaricata di portare in alto il nome della provincia di Viterbo in una categoria sotto i riflettori come l'Elite. E l'attaccamento territoriale si vede e come, visto che più volte abbiamo assistito al tipico fattore "Le Fontanelle", un fattore che ha inciso quasi sempre sul risultato delle partite casalinghe dei falisici, i quali tra le proprie mura sono ormai una vera e propria bestia nera da affrontare. A confermarcelo è Andrea Ciampicotto, attuale capitano dei gialloverdi, che afferma: "L'ambiente di casa ci spinge a dare del nostro meglio, per questo la maggior parte dei punti li facciamo lì. Rappresentare la nostra terra è poi un onore incredibile e ciò ci rende orgogliosi". Insomma, un connubio importante questo,cche si traduce anche in una grande unione dello spogliatoio: "Inizialmente quest'anno ero dubbioso, visto che il gruppo era quasi del tutto nuovo. Piano piano abbiamo però imparato a conoscerci e ora siamo molto affiatati. Questa unione è fondamentale nel rettangolo verde".  Ha dunque voluto concludere sul suo ruolo in campo: "Io sono un difensore centrale e come tale faccio di tutto per lavorare sulla mia personalità. Per questo mi ispiro a Sergio Ramos, essendo lui un gran calciatore e, soprattutto, un gran leader".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE