Cerca

Provinciali

Petriana, capitan Carpineti: "Gruppo unito e determinato"

Il capitano gialloblù parla della vittoria sulla Tevere Roma, della situazione di classifica e del gruppo

06 Febbraio 2020

Nicola Carpineti, capitano della Petriana

Nicola Carpineti, capitano della Petriana

Nicola Carpineti, capitano della Petriana

La Petriana si è resa protagonista di un'ottima prima parte di stagione ed al momento si trova in quarta posizione nel Girone D dei Provinciali, a sole tre lunghezze dalla vetta. Sabato per i gialloblù è arrivata una vittoria casalinga, 3-1 contro la Tevere Roma, questa l'analisi del match da parte del capitano Nicola Carpineti: "Vedendo la classifica poteva sembrare una partite facile visto che noi stiamo lottando per il vertice, mentre loro si trovano nelle zone più basse della classifica. Noi però non abbiamo sottovalutato l'avversario, mettendo il massimo in campo come al solito. Siamo andati anche sotto purtroppo all'inizio, poi per fortuna prima dell'intervallo abbiamo agguantato il pareggio. Nel secondo tempo siamo poi rientrati dagli spogliatoi con la giusta determinazione, ci siamo portati in vantaggio con un mio gol e siamo riusciti a portare a casa i tre punti trovando anche il tris nel finale con Fontana". Carpineti parla poi proprio della situazione di classifica, che vede le prime cinque della classe racchiuse in soli quattro punti: "Purtroppo stiamo un pò faticando negli scontri diretti che abbiamo avuto però sempre fuori casa nel girone d'andata. Siamo lì in alto e lotteremo fino alla fine per le prime posizioni e per provare a vincere il campionato che sarebbe un risultato fantastico. Cercheremo anche di sfruttare il fatto che avremo quasi tutti gli scontri diretti in casa eccezion fatta per il Tor De Cenci". Per concludere, il capitano gialloblù si esprime sull'aria positiva che si respira all'interno del gruppo e sull'ambiente Petriana che è per lui ormai come una seconda casa: "Io sono qui alla Petriana ormai da ben dodici anni ed ho sempre trovato gruppi splendidi. Quello di quest'anno è un gruppo davvero particolare perché essendo una Juniores mista quindi con ragazzi del 2000, del 2001 e del 2002 poteva essere un pò complicato integrarsi ma invece è andata benissimo fin dal ritiro. Siamo tutti uniti, dai giocatori all'allenatore, a tutto lo staff e la società. L'ambiente è perfetto per fare il meglio possibile".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE