Cerca

L'INTERVISTA

Città di Ciampino, Moretti: "Arbitri? Più rispetto anche per i tecnici"

L'allenatore, espulso nel finale per proteste, si è tolto il sassolino dalla scarpa

24 Febbraio 2020

Andrea Moretti ©GazReg

Andrea Moretti ©GazReg

Andrea Moretti ©GazReg

Il Città di Ciampino cade in rimonta: 3-1 che rischia di rigettare i biancorossoblu nella lotta per non retrocedere, mentre al contrario un successo avrebbe potuto ipotecare quasi definitivamente il discorso salvezza e allontanare i pericoli. Ma l'amarezza di Andrea Moretti non proviene soltanto dal risultato. "L'Ausonia ha offerto un’ottima prestazione, complimenti a loro – ha affermato -. Per noi è stata l’ennesima partita che avremmo potuto chiudere nel primo tempo, poi abbiamo avuto il solito calo fisiologico e psicologico e nella ripresa hanno ribaltato con grande merito il risultato. Ci siamo comunque confrontati mettendo in campo i nostri mezzi, malgrado le numerose defezioni e qualche episodio arbitrale sfortunato. Andiamo avanti, per raggiungere la salvezza avremo bisogno almeno di altri 4/5 punti, e già da sabato prossimo nello scontro diretto con il Pro Roma cercheremo di ripartire. Poi il commento sull’episodio 'incriminato', che sul risultato di 3-1 avrebbe potuto riaccendere il finale. "Assurdo vedere un fuorigioco del genere, ma soprattutto è sbagliata la presunzione degli arbitri verso gli allenatori, ai quali chiedono puntualmente di stare zitti ed imparare il regolamento. Dopo 25 anni sulla panchina non lo accetto, perché il rispetto deve essere reciproco, mi sento di parlare a nome di tutti i tecnici in questo momento".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE