Cerca

La rubrica

La Voce del capitano, Andrea Cancelli e il suo Sora

Questa settimana abbiamo conosciuto il leader della compagine sorana: "Un onore per me indossare questa maglia"

31 Marzo 2020

Andrea Cancelli

Andrea Cancelli

Andrea Cancelli

Non è stata una stagione semplice per il Sora, squadra sul fondo della classifica del girone B. Quando è arrivato lo stop ai campionati, comunque, la compagine sorana era a meno tre da Virtus Nettuno e Itri e a meno cinque dal Pro Roma, segno questo di vitalità del gruppo, rimasto sempre attaccato al treno. Ne abbiamo parlato con il capitano del gruppo, Andrea Cancelli, attaccante che ha nel dribbling e nel tiro in porta i suoi punti di forza, che, da inizio stagione, si alterna fra Under 19 e prima squadra, come ci racconta: "Sì, la stagione 2019/2020 l’ho iniziata in prima squadra e da gennaio è stato chiesto a me come ad altri un impegno maggiore nell'Under 19 per raggiungere l’obiettivo della salvezza. Visto come era iniziata la stagione ci sentiamo soddisfatti per i risultati che stavamo iniziando ad ottenere prima dell’interruzione dovuta a questo periodo particolare". Riguardo al ricordo più bello della sua stagione, Andrea ha un aneddoto particolarmente commovente da raccontarci: "Proprio il 15 di febbraio ricordo che avvenne la partita più importante di questa rinascita, perché per me era un giorno particolarmente sentito in quanto era il compleanno del mio migliore amico che è venuto a mancare quasi due anni fa: Alessandro, era il mio capitano quando giocavamo insieme e con il quale mi relazionavo spesso. Quel giorno sono riuscito a segnare e a dedicargli il gol con la fascia al braccio e per me è stato il gol più emozionante che ricorderò per tutta la vita, Alessandro quel giorno avrebbe compiuto 19 anni. La partita finì con una vittoria da parte nostra e questo ha reso il tutto più bello ed emozionante in ricordo di Alessandro perché non solo gli ho dedicato il gol ma anche la nostra vittoria, che tra l’altro è stata fondamentale per il nostro morale e per la stagione visto che era uno scontro diretto". Sulla squadra: "Secondo me il punto di forza di questa squadra è proprio lo spogliatoio, perché siamo un gruppo coeso. Forse quest'anno ci è mancata giusto la concentrazione essendo anche la prima partecipazione in Elite per il Sora Calcio. Dovremmo migliorare a mio parere sul piano caratteriale poiché credendoci un po’ di più avremmo potuto toglierci maggiori soddisfazioni". Andrea Cancelli è un vero veterano del Sora: "Ho iniziato a giocare qui da quando ero piccolo, sono tornato da due anni e nella scorsa stagione ho contribuito con l'Under 19 Regionale a raggiungere lo storico obiettivo di vincere il campionato e di conquistare la promozione in Elite. Da Sorano di nascita, ritengo che sia fonte di orgoglio poter indossare la maglia della mia città". Non solo: Andrea Cancelli è anche capitano della sua squadra. "Avere la fascia al braccio è segno di grande responsabilità, perché un buon capitano deve saper trascinare il gruppo con il proprio carattere, il proprio carisma e il saper stare in campo come nello spogliatoio, proprio come lo hanno fatto anche i grandi capitani della nostra serie A come Alessandro Del Piero e Francesco Totti, da cui bisogna trarre esempio". Il calcio giocato oggi è un ricordo, purtroppo: "Il periodo che stiamo affrontando è di una drammaticità unica, mai avrei pensato di dovermi trovare in un’emergenza sanitaria globale. Ovviamente tutti i programmi, i progetti e gli obiettivi sono saltati. Tra l’altro quest’anno io devo affrontare anche l’esame di stato: infatti in questo periodo mi sto dedicando allo studio online, cerco di allenarmi quanto e quando possibile visti i vari decreti restrittivi, e ovviamente restando a casa più tempo ho modo di essere più a contatto con la mia famiglia e di poter avere maggior dialogo con loro".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE