Cerca

L'intervista

Montefiascone, Ballanti: "Aiutiamo chi ci sta aiutando"

Il tecnico dei falisci fa il punto sulla stagione dei suoi ragazzi fino allo stop e invita al rispetto delle regole per supportare l'operato di medici e infermieri

15 Aprile 2020

Ballanti, al centro, con Frillici e Perazzi

Ballanti, al centro, con Frillici e Perazzi

Ballanti, al centro, con Frillici e Perazzi

Un torneo difficile e competitivo quello affrontato quest'anno dal Montefiascone che, tuttavia, lottando settimana dopo settimana, è riuscito a tirarsi fuori dalla zona retrocessione, prima dello stop che ha fermato le attività. Uno stop che dura da più di un mese oramai. "La situazione è molto difficile", ci racconta il tecnico dei falisci Cristiano Ballanti che, nella vita al di fuori dal campo, è infermiere. "Umanamente e professionalmente parlando è un momento difficile, si vede tanta sofferenza e paura in giro. Ma sono anche molto fiducioso nell'operato dei miei colleghi e dei medici, in questo momento delicato: tutti stanno lavorando con impegno per venirne fuori". Riguardo la squadra, il suo Montefiascone: "C'è nostalgia, sicuramente. Cerchiamo di tenerci in contatto attraverso le videochiamate e attivi tramite un programma di allenamento che possono svolgere a casa. La stagione? È stata positiva: nonostante siamo una piccola realtà del calcio viterbese nonché fra le squadre più giovani in categoria, siamo riusciti a crescere molto rispetto al girone di andata. Un po' di altalenanza c'è stata sicuramente, ma non sono mancati risultati importanti, come quelli trovati con il Tanas, con il Fiumicino, con il Fonte Meravigliosa: grandi partite quelle, contro squadre di ottima qualità. La mia squadra? Che dire, siamo un bel gruppo di amici anzitutto, che giocano con grande passione e amore per questo sport: ogni tanto ci facevamo una bella pizzetta per stare insieme... mi mancano tanto quei momenti, speriamo tornino presto". In conclusione mister Ballanti rivolge un pensiero e un saluto ai suoi ragazzi e non solo: "Chiedo loro di restare uniti, di aiutare noi infermieri ad aiutare tutti, rispettando le regole, con l'augurio di riabbracciarci quanto prima. Infine vorrei ringraziare mister Massimo Perazzi per la collaborazione e il suo aiuto e il preparatore Gianni Frillici che cura con molta professionalità e passione lo stato fisico dei ragazzi. Ringrazio la società e tutti i membri della dirigenza".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE