Cerca

L'intervista

Massimina, Grenga: "Siamo pronti per scendere in campo"

L'Under 19 C torna a far parte del roster delle giovanili del club di via Casal Lumbroso. Ecco le prime parole del suo tecnico

15 Ottobre 2020

Massimina, Grenga: "Siamo pronti per scendere in campo"

Giuseppe GringaFinalmente l'Under 19 è tornata al Massimina e non vede l'ora di far parlare di sé. Più che valido il gruppo assemblato dal direttore sportivo Mauro Marinelli, composto da diversi ragazzi del quartiere più qualche innesto proveniente da altre realtà. Iscritta al campionato Primavera, la squadra può fare davvero bene quest'anno. Ne abbiamo parlato con mister Giuseppe Grenga, a cui è stata affidata la squadra, a cominciare dalle sue impressioni all'arrivo in società. “Il Massimina quest'anno ha effettuato un importante e profondo restyling, inserendo nei quadri dirigenziali persone come Alessandro Paparella in qualità di Direttore Generale e Mauro Marinelli in qualità di Direttore Sportivo, entrambi con un background calcistico di assoluto livello. Senza dimenticare poi la conferma della Scuola Calcio con al timone mister Roberto Mattioli che ha rafforzato, con un lavoro certosino, un settore delicatissimo per la Società. Le premesse per riprogettare questo club, da parte del Presidente Marano, sono importanti anche sul piano tecnico, in quanto sono stati chiamati allenatori di provata esperienza e affidabilità. Per quanto mi riguarda essere inserito in tale contesto non può che riempirmi di orgoglio, in quanto le mie ultime esperienze calcistiche le ho avute con prime squadre di Seconda Categoria, in gironi fuori Roma. Tornare al timone di una squadra giovanile nel panorama calcistico romano, dove ritengo ci siano i veri talenti, non può che stimolare la mia voglia di far bene in un progetto importante.” Il ds Marinella ha dichiarato tempo fa, in riferimento alla squadra dell'Under 19, che potrebbe essere il gruppo da cui aspettarsi qualche bella sorpresa in più. “Una dichiarazione del genere, detta dal Direttore Marinelli, conoscendo la sua indiscussa attitudine alla chiarezza e trasparenza non può che inorgoglirci, ma altrettanto stimolarci per affrontare la stagione con serenità, ma con un pizzico di sana responsabilità, per il raggiungimento degli obbiettivi prefissati. Ritengo che il parco giocatori a me assegnato sia di buon livello, con discrete individualità, sono soddisfatto del lavoro della Società. Adesso sta a me finalizzare con il lavoro e impegno sul campo lo sforzo per costruire una squadra da una rosa all’apparenza competitiva.Il gruppo? Non siamo una squadra “fisica” e alla luce di questo fattore ho impostato il mio lavoro iniziale evidenziando le peculiarità di ogni componente del gruppo, dal fattore tecnico/tattico a un tipo di gioco aggressivo e di sacrificio per sopperire ai nostri limiti. Nei primi test i ragazzi mi hanno dato un buon riscontro, dobbiamo proseguire su questa linea fatta di duro lavoro e “sacrifici” per il raggiungimento, per adesso, dell’obbiettivo “squadra”. Ricordo che il gruppo è stato assemblato a partire dal 7 settembre, il cammino è molto lungo, ma sono mediamente soddisfatto del lavoro svolto fino a questo momento.” L'inizio della stagione non è lontano. “Non ho mai affrontato questo tipo di campionato, ma sono pronto a traghettare questi ragazzi da un calcio scolastico verso il calcio dei grandi. Mi aspetto un torneo molto elevato a livello tecnico con giocatori di una fascia di età estremamente delicata, quindi occorre di base un materiale umano importante e noi siamo stati fortunati in tal senso. Lavoreremo instancabilmente per portare lustro a questo club che ci ha accolto in modo professionale, ma anche molto umano e familiare. Fattori che in futuro, sono sicuro, ci daranno una carica in più per il raggiungimento degli obbiettivi sperati.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE