Cerca

l'intervista

Cusimano leader della Lodigiani "Con il gruppo supereremo l'ostacolo"

Il capitano dei biancorossi guarda al futuro: mai pensato di mollare in questo momento difficile

09 Dicembre 2020

Federico Cusimano

Federico Cusimano, capitano della Lodigiani

Essere capitano, non è mai stato un compito banale. Esserlo in questo momento così complicato, conta molto di più. Federico Cusimano, talento della Lodigiani ha analizzato con grande lucidità questa situazione particolare, parlando del periodo difficile che lui e i suoi compagni stanno vivendo, affrontando argomenti delicati con l’importanza che essi richiedono: "Sicuramente per tutto il movimento ed il calcio dilettantistico la situazione è complicata. Allenarsi e non poter disputare la partita è una sofferenza per qualsiasi giocatore e qualsiasi componente della rosa che ama questo sport. Stiamo cercando durante gli allenamenti in settimana di dare il meglio di noi stessi, per prepararci ad un’eventuale riapertura del nostro calcio e non solo. Lavoriamo ogni giorno cercando di non pensare a questo periodo difficile che stiamo affrontando sia come persone che giorno dopo giorno devono affrontare la vita e i suoi relativi problemi, ma come calciatori stessi" La categoria Under 19, è tra quelle più a rischio per quanto riguarda il fenomeno dell’abbandono al calcio. Molti ragazzi, colpiti dal mondo che li circonda, stanno subendo danni sempre più imprevedibili dal punto di vista mentale e molto spesso, in determinate circostanze non riescono a superare le difficoltà che colpiscono la loro voglia di continuare a giocare. Cusimano, da vero capitano, non intende lasciarsi scuotere e sprona i suoi compagni a mantenere alta la voglia di calcio, lanciando un messaggio personale molto importante: "Personalmente non ho mai pensato di smettere, ne tanto meno i miei compagni hanno accarezzato questa cattiva idea. Il calcio per noi rimane sempre uno sfogo, un bellissimo momento da passare in compagnia, che ci permette di non pensare a ciò che quotidianamente accade. È normale che ci manca poter giocare qualche partita, ma non molliamo. Il messaggio che voglio lanciare a tutti i ragazzi in difficoltà è quello che tramite il calcio si deve e si può ripartire tutti quanti insieme. Essendo uno sport di gruppo, è proprio quello che fa la differenza. Le persone che si incontrano durante l’attività sportiva sono persone che ti migliorano la giornata, che regalano un sorriso e cancellano questi momenti di sofferenza. Sono vicino a chi è costretto a rinunciare alla visita di altri familiari, che in questo momento si trovano in altre regioni. Io voglio sostenere l’idea che possiamo ripartire dal calcio, vivendo momenti felici che vanno oltre il campo e la semplice gestione dello spogliatoio, momento unico per noi". La forza del gruppo è la qualità che contraddistingue la Lodigiani, squadra capitanata da Cusimano, che da vero leader cerca di sostenere i suoi compagni, trascinandoli in campo e fuori in questi momenti complicati. Federico, con grande serenità affronta le problematiche di un gruppo pronto a reagire: "Siamo un gruppo unito che sa reagire con freddezza ad ogni difficoltà che incontriamo. Io essendo il capitano ed essendo anche un fuori quota, cerco sempre di sostenere i miei compagni, stimolandoli a fare meglio. Siamo un gruppo che si rispetta reciprocamente, che approccia con lo spirito giusto alle partite e soprattutto agli allenamenti. La solidità dei miei compagni aiuta a superare ogni ostacolo e ci permette di essere uniti come desideriamo noi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE