Cerca

Nazionali

Atletico Terme Fiuggi, Di Bono "Per me è un anno importante, voglio ripartire"

Il capitano dei termali, al primo anno con la maglia del club, vuole tornare in campo per dimostrare il suo valore

10 Dicembre 2020

Nicola Di Bono

Il capitano dell'Atletico Terme Fiuggi Di Bono

Un inizio tutt'altro che positivo: 7 gol incassati a fronte dei 0 all'attivo nelle prime due e uniche gare disputate in questa stagione. Poi lo stop, ancora una volta, quando tutto sembrava ormai alle spalle. Nonostante questo l'Atletico Terme Fiuggi guidato da capitan Nicola Di Bono non ha la minima intenzione di gettare la spugna, anzi freme in attesa del momento di ricominciare: "Tutti hanno tanta voglia di tornare in campo e di fare bene. Sono contento di questo perché per me questo è un anno importante. Vorrei fare il meglio per la mia squadra, per la maglia che indosso, per il mio paese" Tante quindi le motivazioni per Di Bono che, con la sua leadership e la sua esperienza, sogna di portare i suoi compagni nelle zone che contano, anche in un campionato molto complesso come l'Under 19 Nazionali: "Sono qui da giugno e sono arrivato in prestito dal Frosinone. Mi hanno accolto tutti benissimo. Siamo una compagine nuova e alcuni di noi non hanno mai giocato insieme, ma piano piano comincio a vedere sempre più intesa, ci stiamo conoscendo. Nelle prime partite non siamo andati bene ma sono convinto che ci riscatteremo.” Purtroppo la situazione, per usare un eufemismo, non è delle migliori e l'incubo del virus è piombato ancora una volta sui giovani sportivi che, in particolare in una fase delicata come quella dell'adolescenza, tendono a lasciarsi andare e abbandonare lo sport che amano. Tutto questo però fortunatamente sembra che non stia accadendo nella squadra di Fiuggi, seppur molti dei componenti della rosa arrivino da fuori paese: "Il gruppo è formato da 24 giocatori di cui la maggior parte non sono di qui, per questo sono doppiamente soddisfatto dell'impegno profuso da parte di tutti. Nessuno si sta tirando indietro fortunatamente, non sono venuto a conoscenza di miei compagni che abbiano manifestato la volontà di smettere. Sappiamo che quando torneremo in campo avremo l'obbligo di fare bene" Cosa è successo nei primi due match, quali sono stati i problemi principali che vi hanno impedito di esprimere le vostre qualità? "All'inizio eravamo tutti abbastanza tesi, non riuscivamo a giocare bene. Sono sicuro però che quando torneremo in campo la musica sarà diversa, questo lo si intuisce dal sorriso di tutti in allenamento" Gli allenamenti proseguono, nonostante com'è noto siano molto limitati nelle attività e negli esercizi, con ogni giocatore che svolge un lavoro specifico individuale. Un ragazzo che respira calcio però ha bisogno delle partite ufficiali, quelle vere, perché è chiaro che l'adrenalina che produce il corpo è il motivo per cui si gioca: “Disputare le partite del weekend manca tantissimo sia a me che sicuramente ai miei compagni perché è più bello giocare per un obiettivo. Purtroppo bisogna adattarci alla situazione, stringere i denti e cercare di pensare in positivo" Da vero leader poi, a dispetto del poco tempo passato dal suo ingresso della rosa, esprime parole al miele nei confronti di tutto il gruppo, compreso il tecnico: "Tra noi compagni, ma anche con il nostro grande mister c'è un rapporto speciale, sono contento di far parte di questa società" Esattamente come tutto il movimento calcistico giovanile e dilettantistico, anche capitan Nicola Di Bono ha una voglia incredibile di mettersi in mostra e tornare a fare ciò che lo rende felice: giocare a calcio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE