Cerca

NAZIONALI

Insieme Formia, Oliva: "Il pensiero di smettere non mi ha mai sfiorato"

Il classe 2002, capitano del club pontino, si racconta: "Speriamo che le persone rispettino le regole durante il Natale"

16 Dicembre 2020

Insieme Formia Oliva

Insieme Formia, il capitano dell'Under 19 Nazionali Luigi Oliva (Foto ©GazReg)

"Senza il calcio non sarei la persona che sono". Basterebbe solamente questo virgolettato per spiegare la passione che Luigi Oliva, capitano dell'Insieme Formia, nutre per questo meraviglioso sport amato da tutti noi; il classe 2002 da dire però ha molto altro. "La mia voglia di campo non è mai scesa di un centimetro - prosegue il difensore biancoazzurro - durante questo periodo molto complicato il rischio era quello di calare un po' la tensione e di lasciarsi andare, ma per fortuna nella mia testa non è balenato mai il pensiero di gettare tutti questi anni di sacrifici alle ortiche; anche i miei compagni di squadra sono del mio stesso avviso e, con degli amici militanti in altre squadre e categorie che invece hanno manifestato qualche dubbio, ho sempre cercato di trovare quella parola giusta per convincerli a perseguire con il nostro sogno. Quello in corso è il mio secondo anno con questi colori, nella scorsa stagione ho avuto diversi problemi di salute che mi hanno impedito di scendere in campo con regolarità ma adesso ci tengo tantissimo a  lasciarmi alle spalle il brutto periodo ed a riscattarmi; inoltre sono stato incaricato di portare la fascia al braccio e quest'investitura per me rappresenta davvero un grande onore ma, al contempo, anche una grande responsabilità e voglio dimostrare di esserne degno ripagando sul campo la scelta della società. Essere capitano per me non significa solamente portare un pezzo di stoffa sul braccio, bensì la considero una grande opportunità per crescere come uomo e specialmente per essere un riferimento per i miei compagni, i quali devono sapere che nei momenti di difficoltà possono sempre contare su di me in qualsiasi momento. Essendo un difensore centrale mi ispiro a Leonardo Bonucci della Juventus per caratteristiche tecniche dato che anche a me piace impostare il gioco dalla retroguardia difensiva, mentre come modello di capitano il mio idolo è Fabio Cannavaro, leader indiscusso della Nazionale campione del mondo nel 2006 per grinta e motivazione. In questo periodo stiamo continuando ad allenarci al centro sportivo attenendoci ai protocolli in vigore nel tentativo di non buttare via tutto il lavoro svolto in sede di preparazione estiva ma non sempre è facile mantenere alta l'intensità durante le sedute individuali. Penso sia inevitabile essere preoccupati per il momento generale che il nostro paese sta attraversando tuttavia io sono dell'idea che bisogna sempre cercare di guardare il bicchiere mezzo pieno, soprattutto quando tutto sembra andare male; solo così si può uscire il prima possibile da un problema. Non ero a conoscenza del comunicato del CR Lazio e devo dire che la notizia della ripresa delle competizioni indetta per il 14 Febbraio è una boccata d'ossigeno vera e propria; penso sia arrivata nel momento giusto, così potremo goderci delle buone feste natalizie e poi tutte le squadre avranno il tempo di prepararsi al meglio e farsi trovare pronte alla ripartenza. Ora speriamo solo che le persone rispettino le regole durante il Natale così che la curva dei contagi non risalga e che la data della ripartenza non sia posticipata nuovamente; è troppo importante tornare alla normalità, siamo tutti un po' stufi di questa situazione e non vedo l'ora di ricalcare dopo tanto tempo il campo, luogo che considero di sfogo e motivo d'emozione da tutta la mia vita"
 
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE