Cerca

Regionali

Grifone Monteverde, Bragaglia: "Mi alleno con voglia e impegno"

Le parole del capitano rossoblù: "La passione è la stessa, la squadra ha reagito bene alla situazione ed è un segnale importante"

23 Dicembre 2020

Grifone Monteverde Bragaglia

Alberto Bragaglia, capitano dell'Under 19 rossoblù (Foto ©Grifone Monteverde)

È bello vedere come la passione per il rettangolo verde e per quel pallone che rotola regni sovrana nei ragazzi del nostro calcio regionale, nonostante questi mesi particolari in cui il Covid ha portato allo stop dei campionati e degli allenamenti collettivi. A confermarlo ci sono le parole di Alberto Bragaglia, capitano dell'Under 19 Regionali del Grifone Monteverde: "La passione è rimasta la stessa quindi, nonostante il periodo purtroppo particolare, continuo ad allenarmi con tanta voglia ed impegno. Sicuramente il poterci allenare è una valvola di sfogo importante per noi, c'era tanta paura di un nuovo lockdown come a marzo e quella sarebbe stata una forte batosta. Per fortuna invece stiamo continuando ad andare al campo e la voglia di riprendere a pieno regime è tanta". Non solo capitan Bragaglia, tutto il gruppo rossoblù ha reagito nel migliore dei modi al momento particolare ed alle nuove metodologie di allenamento nel pieno rispetto delle direttive: "Le presenze sono sempre molte e siamo tutti sul pezzo. La squadra ha reagito davvero bene alla situazione e questo penso sia un segnale importante. Siamo un gruppo molto unito, devo dire che mi trovo bene con tutti e mi piace l'aria che si respira all'interno dello spogliatoio. Remiamo tutti dalla stessa parte ed abbiamo tanta voglia di toglierci belle soddisfazioni insieme". Alberto ci racconta poi l'emozione e le responsabilità di indossare la fascia da capitano rossoblù: "Essendo il capitano ed essendo anche tra i più grandi della squadra, il mister mi chiede di tenere il gruppo unito e di cercare di dare sempre l'esempio. È un onore per me portare la fascia di un club importante come il Grifone Monteverde, la società punta in alto ed io sono orgoglioso di rappresentarla. È una grande responsabilità ma me l'assumo con piacere". Passando al campo, il capitano rossoblù parla del suo ruolo e delle sue caratteristiche tecniche: "Io di ruolo faccio il difensore centrale ed anche in questo senso ho una responsabilità importante, con il mister che mi chiede di guidare il reparto arretrato e di tenere la linea alta. Se ti dovessi dire un mio punto di forza è l'anticipo, mentre la progressione è un aspetto su cui sento di dover migliorare e ci sto infatti lavorando con il massimo impegno". Non può mancare la domanda sul calciatore a cui si ispira di più: "Senza dubbio Sergio Ramos. È un difensore completo, un leader assoluto sia nel club che in nazionale, si sta esprimendo ad altissimi livelli da ormai molti anni ed ha vinto tantissimo da grande protagonista". Il capitano del club di Via Portuense si esprime anche sulla comunicazione arrivata dal CR Lazio, che sancisce la ripresa degli allenamenti collettivi per il 15 gennaio e dei campionati per i primi di febbraio, salvo ulteriori restrizioni decise dal Governo: "Questa notizia ci ha dato ancora più carica perché, avere delle date, ci porta a spingere sempre di più per farci trovare pronti al 100%. Speriamo che la situazione sanitaria migliori e che realmente si possa ripartire tra gennaio e febbraio del nuovo anno, noi non vediamo l'ora". Per concludere, sugli obiettivi per il futuro: "L'obiettivo di squadra è quello di dare tutto per provare a vincere il campionato perché secondo me ne abbiamo le potenzialità. A livello personale punto a migliorare sempre di più sotto tutti gli aspetti, con la speranza l'anno prossimo di sbarcare in una Prima Squadra".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE