Cerca

l'intervista

Giardinetti, il veterano Falasca "Felice di essere qui, nessuno vuole smettere"

Da sei anni in biancorosso, il capitano fa il punto della situazione al suo primo anno in Elite

13 Gennaio 2021

Valerio Falasca

Valerio Falasca, capitano del Giardinetti (Foto ©Lori)

Un inizio di stagione complicato segnato da due pareggi e una sconfitta nelle prime tre gare disputate. Comunque nulla di allarmante essendo il primo anno nella categoria Elite per il Giardinetti guidato da mister Spagnoli, e capitanata da Valerio Falasca, esterno che può giocare indifferentemente alto o basso in base alle caratteristiche di cui necessita il tecnico nel match da affrontare: "Non è stata una partenza convincente, non quella che auspicavamo. La nota positiva è che tutti siamo uniti e compatti nell'intenzione di voler migliorare. Non ci siamo mai arresi, ci alleniamo tutti i giorni per cercare di trovare le soluzioni giuste ai nostri problemi". Migliorare è quindi la parola d'ordine, il filo conduttore che può portare i biancorossi al traguardo principale: "Per essere la nostra stagione d'esordio in Elite sarebbe importante come obiettivo di squadra mantenere la categoria, però - prosegue nella sua analisi capitan Falasca - siamo una squadra nuova che deve raggiungere la consapevolezza nei propri mezzi. Bisogna lavorare per fare meglio, perché è nelle nostre corde". Tutto questo sarà possibile non appena il 2021 e l'attenuarsi della pandemia potrà permettere al Giardinetti, ed in generale a tutto il movimento calcistico giovanile, di tornare a calcare i campi da gioco, di tornare a fare quello che questi ragazzi amano: "Penso sia superfluo dire quanto ci manca il campo: l'adrenalina prima della partita è il motivo per cui si gioca. La voglia di ripartire è forte sia da parte mia che di tutto il gruppo. Per non farci trovare impreparati alla ripresa ci stiamo allenando individualmente, stiamo seguendo un piano che è stato studiato dal nostro preparatore. Mi sento fortunato ad essere parte di questo gruppo, tra di noi non c'è nessuno che ha deciso di smettere, e per l'età che abbiamo non è così scontato". Giunto alla sesta stagione in maglia biancorossa, una vita parlando di calcio giovanile, nel quale molto spesso i ragazzi cambiano casacca ogni stagione, Valerio Falasca è il faro di una squadra che deve trovare la propria dimensione: "Sono tra i senatori essendo alla sesta stagione qui al Giardinetti. Sento di essermi costruito con il passare del tempo il ruolo di leader, mettendomi sempre a disposizione dei miei compagni, del mister e della società. Questo mi ha permesso anche di costruire un buon rapporto con tutti i membri della squadra e dello staff tecnico. Siamo da 2 anni sotto la guida di mister Spagnoli e con lui ho ricoperto sia il ruolo di esterno alto che di terzino. Mi trovo meglio a giocare da esterno difensivo, penso che le mie qualità in quella posizione vengano messe in risalto". I traguardi per il futuro sono chiari, il focus è sulla ripresa del campionato e sulla volontà di portare la sua squadra ad una salvezza che sarebbe un grande regalo per il nuovo anno: "A livello personale voglio fare bene per la squadra, per il mister e per la società. Per il futuro mi auguro di arrivare sempre più in alto, e voglio lavorare per raggiungere il massimo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni