Cerca

l'intervista

Saxa Flaminia Labaro, Tomassacci: "Vogliamo restare in forma in attesa di ripartire"

Il trequartista fa il punto della situazione: "Lo stop forzato ha fatto aumentare le presenze agli allenamenti"

03 Marzo 2021

Saxa Flaminia Labaro Tomassacci

Saxa Flaminia Labaro, il capitano dell'Under 19 Tomassacci (Foto ©GazReg)

Il Saxa Flaminia Labaro, ancora a secco di partite, attende con ansia un possibile ritorno in campo che sembra ormai sempre più lontano. Il capitano dell'Under 19 Francesco Tomassacci, in merito a questo periodo di difficoltà ha iniziato l’intervista dichiarando: "La società ci è sempre stata affianco, spronandoci e fornendoci tutto il supporto sia emotivo che fisico nella maniera più professionale. Abbiamo continuato a lavorare settimanalmente spinti dall’intensa voglia di ritornare quanto prima in campo, ovviamente, ci tengo a sottolineare sempre nel rispetto delle normative imposte dalla Lega. Ci manca moltissimo allenarci collettivamente in vista della partita di domenica e non vediamo l’ora di poter ritornare a svolgere allenamenti settimanali più improntati sulle situazioni di gioco". Proseguendo, in merito agli allenamenti, il giocatore ha detto: "Questo stop forzato ha fatto aumentare le presenze agli allenamenti di tutti i giocatori della rosa, spinti soprattutto dal divertimento e dal fatto di potersi allontanare anche per poche ore dalla dura routine giornaliera svagandosi giocando a calcio. Tutto ciò ha fatto sì che il gruppo si consolidasse ancora di più e sono certo che, in vista di una possibile ripartenza questo sarà sicuramente un fattore fondamentale". Durante questo stop forzato, moltissimi giocatori hanno preferito ritirarsi. Per il giovane capitano questa parola non esiste. "Sinceramente non ho mai pensato al ritiro. Ho diciotto anni e, quando prendo un impegno cerco sempre di portarlo a termine. Giocando a calcio mi diverto e riesco a confrontarmi competitivamente con gli altri quindi è un qualcosa che mi fa stare davvero bene e, abbandonarlo proprio in un momento così difficile sarebbe incoerente. Che io sappia nessun giocatore della squadra ha mai pensato al ritiro proprio perché siamo accomunati dagli stessi principi". In vista di un “utopico” ritorno in campo, Tomassacci ha provato a spiegare le possibili emozioni che proverà: "Saranno sicuramente emozioni forti che già abbiamo provato ogni domenica subito prima dell’ingresso in campo. Competitività, voglia di fare bene e soprattutto quell’ansia da prepartita tipica dello spogliatoio. Non vedo l’ora di poter riprovare sulla mia pelle queste emozioni difficili da spiegare a chi non ha mai giocato a calcio". In merito alle squadre che compongono il girone di appartenenza del Saxa Flaminia, il capitano ha detto: "Per la prima volta affronteremo il girone di Roma Est. Non conosciamo nessuna squadra che affronteremo e non vediamo l’ora di poterle scoprire giornata dopo giornata. Dalla nostra parte noi ci mettiamo la grinta, la tecnica e la voglia di fare. Sono certo che possiamo fare bene in questa categoria". Alla retorica domanda “A quale giocatore ti ispiri”, il classe ’01 ha detto: "Cerco di non aspirarmi a nessuno, cerco di fare il mio essendo il più originale possibile. Gioco principalmente trequartista o mediano e punto a diventare un giocatore completo in più ruoli, se proprio devo dirti un nome di un giocatore simile al mio stile di gioco è Pellegrini". In conclusione di intervista, il trequartista capitolino ha dichiarato: "Ci tengo a dire Grazie alla mia società. Una singola parola che vale come mille, non è per nulla scontata e, se stiamo riuscendo ad allenarci e a divertirci in settimana è proprio grazie a loro e alla loro professionalità sempre presenti, puntuali e rispettosi delle normative".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE