Cerca

L'intervista

Vescovio, Testardi punta sulla linea verde: "Vogliamo far crescere i ragazzi"

Il tecnico biancorosso mette in evidenza la filosofia della società: crescere e preparare i giovani

22 Settembre 2021

Mirko Testardi

Mirko Testardi allenatore Atletico Vescovio (Foto ©Alessandro Tucci)

Solo un week-end separa le squadre dalla prima giornata di campionato e L'Atletico Vescovio, nel girone A, affronterà l'Almas di mister Pacifici. Il tecnico dei biancorossi, Mirko Testardi, è pronto e non vede l'ora di iniziare:" Il nostro precampionato è iniziato circa un mese fa e in questo periodo ci siamo allenati intensamente giocando anche diverse amichevoli. I ragazzi si stanno impegnando sin dal primo giorno per cercare di arrivare  pronti per l'inizio della stagione e le sensazioni sono positive". Il lungo stop dovuto al Covid è stato un problema per molte società, tanti ragazzi hanno smesso di giocare e tanti altri ci hanno pensato, proprio per questo motivo il tecnico biancorosso è sicuro che lavorare sulla mentalità dei ragazzi è di fondamentale importanza: "Il lavoro da fare è tanto, la rosa è completamente nuova e, causa Covid, i ragazzi sono stati fermi per un anno e mezzo. Tanti di loro hanno smesso e questa non può che essere considerata come una sconfitta per il calcio giovanile. Proprio per questo, buona parte del mio lavoro, è focalizzata sulle motivazioni e sulla testa dei miei giocatori - continua poi il discorso del mister in ottica campionato - I tre gironi sono equilibrati, in ognuno ci sono squadre attrezzate e, per quanto ci riguarda, sarà una soddisfazione e un'emozione andare a giocare tutte le domeniche su campi che hanno una grande storia, come ad esempio Urbetevere e Vigor Perconti. La nostra rosa a disposizione è molto giovane e nel gruppo abbiamo addirittura due ragazzi classe 05'. Il mio obiettivo primario è in linea con il pensiero della società: formare più ragazzi possibili da inserire nel contesto della prima squadra e, non a caso, proprio in questo inizio di stagione alcuni dei nostri giovani hanno già esordito con la nostra Eccellenza. Parlando invece di traguardi pratici e di campo, a mio avviso parlare di un vero e proprio obiettivo è limitante. Non dobbiamo mettere pressioni e limiti ai ragazzi ,a dobbiamo lavorare di settimana in settimana e poi vedremo quello che riusciremo a raccogliere". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE