Cerca

L'INTERVISTA

Falaschelavinio, Ravasi: "Abbiamo la consapevolezza di poter far bene"

Il giocatore verdegranata, subentrato e decisivo nella vittoria con il Faiti, analizza il cammino della sua squadra fino ad oggi

22 Ottobre 2021

Lorenzo Ravasi

Lorenzo Ravasi giocatore del Falaschelavinio (Foto©GazReg)

Il suo ingresso in campo nella sfida di sabato scorso contro la Virtus Faiti ha dato la scossa al Falaschelavinio, che già avanti di un gol ha definitivamente messo al tappeto l’avversario segnando il definitivo 2-0. Lorenzo Ravasi si è concesso un pomeriggio da protagonista e, magari già dalla prossima gara del campionato contro l’Hermada, potrà raccogliere ulteriori frutti del lavoro che mister Sergio Grimaldi sta impostando nel team verdegranata. 

Il tuo ingresso in campo contro la Virtus Faiti ha cambiato il volto al Falaschelavinio, che da quel momento in poi ha letteralmente preso il sopravvento sull’avversario. Che cosa hai portato in campo che fino a quel punto ai tuoi compagni era mancato? 

"Nei momenti precedenti all’ingresso in campo mi ero ripromesso dare il massimo. Potevo fare di più, credo, ma tutto sommato sono soddisfatto della mia prestazione. Il mister mi ha chiesto di sfruttare la mia fisicità, e penso di aver risposto bene alle sue indicazioni". 

Il vostro cammino, fino alla terza giornata, è fatto di due vittorie intervallate dalla sconfitta in casa della Romulea. Su cosa dovete migliorare, secondo te, per affrontare alla pari anche le squadre più accreditate del girone? 

"Dobbiamo lavorare tanto, siamo un gruppo totalmente nuovo. Il mister ci chiede di giocare palla a terra con scambi veloci, ma per farlo al meglio serve affinare l’intesa e questo può arrivare solo col tempo. Una volta raggiunto questo livello di organizzazione ed intesa riusciremo a fare risultati migliori anche contro Romulea, Tor Tre Teste e le altre compagini di alta classifica del nostro girone". 

Dopo due anni siete tornati a giocare in un campionato che, si spera, dovrebbe finalmente terminare in maniera regolare a maggio. Voi giocatori, scendendo in campo, la sentite la ruggine di questo periodo che vi ha costretto a rimanere fermi? 

"Sicuramente hanno avuto un loro peso questi anni di stop. Abbiamo recuperato bene con la preparazione atletica impostata dal mister, che ci sta permettendo di tenere bene per tutta la durata delle partite". 

Il gruppo Under 19 dello scorso anno ha raggiunto la semifinale di Coppa Lazio. Voi sentite un po’ di pressione nel raccogliere l’eredità di un gruppo arrivato così in alto? 

"Noi giochiamo con la testa libera, pensando solo a dare il massimo. Siamo convinti di poter dare tanto alla società, anche se non è detto che ricalcheremo i risultati del gruppo dello scorso anno. La squadra è formata da ottimi giocatori, abbiamo la consapevolezza di poter fare bene". 

Parliamo di obiettivi: il tuo personale e quello di squadra per la stagione? 

"A livello personale voglio cercare di dare il massimo per una società che, dal momento del mio arrivo, mi ha dato tanto e mi ha fatto sentire in famiglia. Sulla squadra posso dire che vogliamo mettere a segno quanti più punti possibile per regalarci a fine anno una buona posizione di classifica". 

La prossima gara vi vedrà scendere in campo contro l’Hermada: che partita ti aspetti? 

"Personalmente non conosco molto bene la nostra prossima avversaria, ma la convinzione resta la stessa delle altre partite: continuando a lavorare come stiamo facendo abbiamo ottime possibilità di portare a casa un risultato positivo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE