Cerca

Regionali

Pro Calcio Tor Sapienza, Scaccia: "L’aspetto mentale la fa da padrona"

Il tecnico gialloverde insieme ai suoi ragazzi è pronto per la prossima trasferta contro la Libertas Centocel

 

11 Novembre 2021

Pro Calcio Tor Sapienza

Pro Calcio Tor Sapienza al completo (Foto©Lori)

Attualmente la Pro Calcio Tor Sapienza è prima in classifica con ben dodici punti e Mauro Scaccia, tecnico della squadra, ha rilasciato il suo commento sulla gara giocata lo scorso sabato: "Devo fare i complimenti agli avversari perché sono venuti a giocarsi la partita. Abbiamo interpretato il primo tempo molto bene dal punto di vista del gioco. Nella ripresa abbiamo fatto un ottimo pressing e alla fine siamo riusciti a portare a casa il match". La quinta giornata di campionato sarà contro la Libertas Centocelle: "Sarà fondamentale concentrarsi sull'aspetto mentale, che è quello che la fa da padrona in questo tipo di campionato. Andiamo ad incontrare una squadra che non conosciamo moltissimo. Quello che sappiamo è che non ha mai perso, ma non ha raccolto troppi punti avendo sempre pareggiato. Questa è una competizione che sicuro ci permette di sbagliare poco quindi noi cercheremo di fare il nostro  rispettando gli avversari come sempre". Con grande chiarezza ci ha svelato l’obiettivo di quest’anno: "Noi indubbiamente come società siamo molto ambiziosi. La squadra che alleno io insieme al mio staff è l'unica che non è in élite, essendo stati sfortunati nella scesa dalla Nazionale dopo che la Serie D è retrocessa in eccellenza. L'obiettivo è quello di fare bene e dare più giocatori possibili alla nostra prima categoria. È evidente che  ci manca la fascia e che faremo di tutto, cercheremo di provare a riportarla alla società perché tutto l'equipe lo merita ma, sappiamo perfettamente che non siamo gli unici e che sarà difficilissimo". Per chiudere, Scaccia parla del suo rapporto con la società: "Ho instaurato un legame splendido con tutti i componenti societari, dalla segreteria alla presidente Valeria Armeni. Fortunatamente la scorsa estate ho avuto altre chiamate ma ho scelto il club e non la categoria proprio perché il rapporto umano che si è creato con i vertici societari ha fatto sì che la mia scelta sarebbe stata questa, insomma sarebbe stata semplice".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE