Cerca

Provinciali

Wospac, Fiumicini: "Aspettiamo per i bilanci ma possiamo giocarcela con tutti"

17 Novembre 2021

Massimo Fiumicini

Massimo Fiumicini allenatore Wospac

La Wospac è un progetto ambizioso che punta in alto. La categoria allenata da Massimo Fiumicini è partita alla grande con tre vittorie su altrettante partite, 12 gol fatti e 1 subito e così il tecnico è intervenuto per fare un punto della situazione: "E' stato senz'altro un ottimo inizio di campionato. Sin da subito ero, e sono tutt'ora, fiducioso perchè siamo una buona squadra, ma un inizio così ha sorpreso anche me. Il dato di cui sono più soddisfatto è quello relativo ai gol subiti: avere una media realizzativa come la nostra è bello, ma subire poco è più importante. Però abbiamo vinto solo tre partite, non abbiamo fatto nulla di speciale e, anche se ne avessimo persa una non sarebbe stato un dramma. L'esperienza mi ha insegnato che non bisogna tirare le somme troppo presto, quindi aspetteremo il 12 dicembre per fare un primo bilancio della stagione. Naturalmente c'è sempre da migliorare,  vogliamo lavorare e correggere tutti gli errori negli allenamenti durante la settimana. Nel nostro gruppo abbiamo molti fuoriquota, 12, e nel nostro campionato ne possono giocare solo 6 e questa è l'unica difficoltà nella gestione del gruppo. Siamo una rosa abbastanza completa, abbiamo anche tanti 03' e 04' e sono soddisfatto. Negli ultimi anni siamo sempre arrivati nelle prime posizioni e anche quest'anno sarà quello l'obiettivo. C'è sempre mancato qualcosa per vincere ma un mio grande orgoglio è quello di aver vinto per 2 la coppa disciplina. Non nego che quest'anno vorremmo arrivare in cima e piantare la bandierina. Nella prossima sfida affronteremo il Sabazia, una squadra in salute che viene da due vittorie e un pareggio. Sarà una partita difficile anche perchè il campo è di erba vera e visto che un settimana che piove non sarà in ottime condizioni. Noi siamo abituati a giocare sul sintex, potremmo avere qualche difficoltà ma abbiamo la carte in regola per giocarcela con tutti. Poi nel calcio poi si può vincere, perdere e pareggiare. In qualsiasi caso accettiamo il il responso del campo. La cosa più importante è sempre avere la consapevolezza di ave dato tutto e uscire con la coscienza pulita". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE