Cerca

Nazionali

Trastevere, il fantasista Baldari: "Sogno l'esordio in D"

Il trequartista rionale ci racconta del suo periodo di forma, della squadra e degli obiettivi

02 Dicembre 2021

Trastevere, il fantasista Baldari: "Sogno l'esordio in D"

Alessandro Baldari spazia sulla trequarti del Trastevere e finora ha disputato un’ottima prima parte di stagione condita da tre gol e quattro assist. Abbiamo parlato con lui per fare il punto sulla situazione della squadra rionale, sugli obiettivi di gruppo e individuali.


Alessandro, partiamo dall’ultimo turno in cui avete dominato l’Insieme Formia con 5 reti. Che partita è stata a livello di squadra e personale?

"Non è stata una partita facile perché quando sei favorito le avversarie si chiudono; loro sono venuti per stare in partita e il primo tempo è stato combattuto. Nel secondo invece siamo riusciti a dilagare dopo il raddoppio sfruttando le numerose occasioni. Sono contento sia della prestazione della squadra che della mia".

 Sei in un momento di forma notevole confermato dalla doppietta di sabato. A cosa è dovuto secondo te?

"Ci tengo a dire che noi siamo una grande squadra, tutti e 21 i componenti. Siamo un gruppo solido, coeso e chiunque gioca dà il meglio, si vede in campo. Il momento di forma credo sia dovuto al fatto che mi trovo bene nel ruolo che mi dà il mister e a interagire con i compagni. Il trovarmi a mio agio contribuisce alle prestazioni".

 Torniamo indietro di qualche giornata. Siete l’unica squadra ad aver ottenuto punti contro la Cynthialbalonga e la vittoria è arrivata con un tuo gol. Che emozione è stata?

"Era una partita attesa, loro venivano in casa nostra dove abbiamo sempre vinto. Non partivamo assolutamente da sfavoriti, ma si prospettava una gara equilibrata. È successo tutto nel primo tempo, loro sono andati in vantaggio subito e noi siamo stati bravi a ribaltare il risultato segnando due reti a una difesa molto forte. Per quanto riguarda il mio gol è stato bello con il mancino, che non è il piede preferito".

 In casa conoscete soltanto la vittoria, in trasferta invece avete perso qualcosa. Come commenti questa differenza di rendimento?

"In trasferta ci manca qualcosa, spesso venendo da grandi vittorie in casa abbiamo poi sbagliato l’approccio e questo favoriva l’avversario. In casa ciò non succede, ma vogliamo invertire la rotta già dalla prossima fuori contro l’Atletico Terme Fiuggi".

 Quali sono, arrivati a questo punto, gli obiettivi di classifica e quelli personali?

"L’obiettivo è vincere il campionato e crescere a livello individuale per arrivare il prossimo anno in una prima squadra. In questa stagione mi piacerebbe fare sempre più gol e assist per contribuire alla causa e il sogno nel cassetto è l’esordio in D".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE