Cerca

L'intervista

Lupa Frascati, Castelli non vuole fermarsi: "Voglio crescere per aiutare il club"

10 Dicembre 2021

Tiziano Castelli

Tiziano Castelli attaccante Lvpa Frascati (Foto©LvpaFrascati)

Tiziano Castelli, attaccante della Lupa Frascati, è il decimo giocatore a vincere il nostro sondaggio social e, tornando sulla sua prestazione e sulla partita di sabato giocata, ci dice: "Prestazione personale nè sotto nè sopra le aspettative, sto raccogliendo i frutti di tanto lavoro fatto sia individualmente che con la squadra settimanalmente. Siamo partiti subito bene, aggressivi e anche se partivo dalla panchina, essendo di carattere molto carismatico, sento la gara dalla panchina come se fossi in campo. Dopo il gol subito ci siamo un po' abbassati, quindi abbiamo rischiato il blackout che capita spesso durante le nostre partite, ma alla fine l’abbiamo ripresa da squadra vera e ho contribuito a portare a casa i tre punti che era l’obiettivo di tutti". Tiziano ci racconta poi dei suoi obiettivi personali e della situazione che ha trovato cambiando squadra: "Sto iniziando a raccogliere i primi gol, avendo cambiato da poco squadra, per questo ringrazio il direttore Schiena che mi ha voluto fortemente. Sto incominciando a levarmi qualche soddisfazione personale, togliendomi parecchi sassolini dalle scarpe, dopo esperienze non proprio felici. Sta iniziando un periodo molto propositivo per me in questa società che ha un progetto chiaro per il futuro. Se posso contribuire ad aiutare la squadra con i miei gol bene se no spero di farlo altrettanto con prestazioni all’altezza". Aree e gesti da migliorare ce ne sono tanti per un attaccante che deve farsi sempre trovare pronto: " Non è da molto che sto facendo l’attaccante e quindi sto cercando di assimilare, anno dopo anno, movimenti, gesti tecnici e giocate che possono portare giovamento alla squadra in zona offensiva. Lavoro sempre sugli errori che faccio durante le partite e se posso le riguardo. Infatti nelle ultime sono cresciuto molto. La miglior soluzione per migliorare è l’allenamento. Il punto di partenza sono le cose fatte bene, ma è importante correggere gli errori". Tiziano conoscendolo meglio ci racconta un po' di lui: "Tra poco farò 17 anni, sono il più piccolo della squadra, se ho un qualcosa da dire lo esprimo senza peli sulla lingua. Sto completando gli studi e ho iniziato a intraprendere piccole esperienze lavorative nel mondo della cucina, lavoro che mi porterà stanchezza nell’allenarmi e nel giocare, però sono nell’età giusta per fare quello che mi piace. Al momento poterò avanti entrambe le passioni e al momento della scelta di vita la farò lasciando quella strada che non mi darà futuro. Nel futuro voglio continuare con il calcio, guardo molto i movimenti di qualsiasi attaccante, ma per fisicità carisma ispirazione guardo molto Milinkovic-Savic della Lazio non che mio giocatore preferito". Prima di chiudere Tiziano ha un pensiero speciale: "Ringrazio squadra e società che mi danno la possibilità di fare meglio. Una dedica speciale al Mister Mussoni che in questo momento è assente, ma soprattutto al mio migliore amico e compagno di squadra Patrizio Carbonara che sabato ha avuto una disavventura in partita ed ora è ricoverato” 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE