Cerca

L'intervista

Giardinetti, capitan Piro fissa l'obiettivo: "Vogliamo le fasi finali"

L'esterno biancorosso traccia un primo bilancio stagionale, di squadra e personale, e suona la carica in vista del ritorno in campionato 

21 Gennaio 2022

Michael Piro

Michael Piro capitano del Giardinetti (Foto©Lori)

Michael Piro, esterno e capitano del Giardinetti di Leonardo Ranieri, sta disputando una stagione di spessore. Le sue prestazioni non sono passate inosservate tanto che il mister della Rappresentativa, Marco Ippoliti, non ha mai fatto a meno del classe 2004 biancorosso e ha deciso sin da subito di puntare su di lui. Come scritto in un precedente articolo, Michael è un esterno completo, e la sua continuità gli è valsa un posto nella nostra Top 11 del girone di andata. Proprio per questo abbiamo fatto due chiacchiere con lui, parlando della stagione in corso, dei suoi obiettivi e del suo futuro.

Partiamo con un bilancio della stagione del Giardinetti. Dopo un ottimo avvio ora la squadra sembra aver perso lo smalto iniziale, come ti spieghi questo calo?

Sì, effettivamente eravamo partiti bene poi ci siamo ritrovati con problemi all'interno della squadra dovuti a infortuni e qualche positivo. Il mister ogni volta ha dovuto fare miracoli per mettere la migliore squadra possibile e per metterci nelle condizioni di esprimere il nostro potenziale. Ora con i nuovi arrivi e la guarigione degli infortunati, sono sicuro che torneremo ad essere come prima.

Dove pensi che possa arrivare il Giardinetti a fine stagione?

Sicuramente alle fasi finali. Sono sicuro che ce la faremo perché con il lavoro del mister Leonardo, il prof Giulio, il sostegno di tutta la società e, soprattutto, con questo gruppo squadra, non possiamo che fare bene.

Passando sul personale, sei a 10 gol in campionato, è arrivata la chiamata della rappresentativa (dove hai anche segnato) e sei stato inserito in top 11 del girone di andata. Ti aspettavi tutto questo? Come stai vivendo questo periodo e quali sono i tuoi obiettivi personali.

Mi sto impegnando al massimo sia in partita che in allenamento e sto cercando di fare del mio meglio per me e per la squadra dove sono il capitano. Anche con la Rappresentativa sto facendo bene. Il mio obbiettivo personale è cercare di diventare capocannoniere e di confermarmi in rappresentativa.

Con uno sguardo al futuro, dove ti vedi tra qualche anno?

Spero di arrivare nel professionismo che è il mio sogno sin da bambino. Ce la metterò tutta per realizzarlo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE