Cerca

under 18

Montespaccato, mister Morigi: "La crescita conta più della vittoria"

Il tecnico ha parlato del salto che c’è da fare dal calcio giovanile a quello dei grandi, del campionato e del prossimo impegno.

03 Febbraio 2022

Morigi (Foto © Del Gobbo)

Morigi (Foto © Del Gobbo)

Il Montespaccato di mister Walter Morigi vola a gonfie vele in campionato con uno score perfetto di 10 vittorie su altrettante gare. Il tecnico è ovviamente soddisfatto e ha spiegato il processo di crescita dei suoi ragazzi che puntano ad entrare nel calcio dei grandi: "Per entrare nel calcio dei grandi devono fare ancora tanta strada, il calciatore deve sempre avere l’obiettivo di migliorarsi anno dopo anno senza mai accontentarsi di quello che è stato fatto. I ragazzi si sono messi a disposizione e si lavora molto bene. Qualche elemento è già stato preso per gli allenamenti dal Mister Mucciarelli. Noi cerchiamo di costruire il calciatore per farlo entrare nel gruppo della pr.ma squadra già dal prossimo anno. Il campionato di Serie D è importante e molti Under spesso vengono dal professionismo ma i ragazzi ci credono e questo è fondamentale". Il bilancio della squadra di Morigi è di fatto perfetto, l’allenatore però ha evidenziato l’obiettivo principale: "Il Montespaccato punta sempre ad essere il vertice e per portare sempre la società in alto bisogna lavorare bene. La soddisfazione della vittoria di un campionato dura un mese, poi bisogna di nuovo lavorare per crescere. L’importante è quello che rimane ai ragazzi. Sono al Montespaccato da 13 anni, ho vinto qualche campionato e sicuramente la vittoria rimane nel cuore ma ciò che conta è che il ragazzo nel mondo dei grandi possa continuare a giocare". Sabato il Montespaccato affronterà il fanalino di coda Gorilla, per la formazione di Morigi sarà una partita per testare la mentalità giusta che serve per fare il salto tra i grandi: "In alcune partite non abbiamo sempre mantenuto il ritmo alto, a volte i ragazzi si sono adagiati al risultato. Purtroppo è più di un mese che non giochiamo, ma devo dire che la squadra si è impegnata. Non sottovalutiamo l’impegno e dovremmo giocare al massimo. Sappiamo che ci giocheremo il campionato con quelle squadre che sono vicine a noi e lo scontro diretta farà la differenza. Per arrivare agli scontri diretti preparati dovremmo aumentare il ritmo partita dopo partita":

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE