Cerca

L'intervista

Romulea, Rubenni stacca il pass per i play off: "Un grandissimo orgoglio"

Il tecnico amaranto oro mostra tutta la sua soddisfazione per il raggiungimento del primo obiettivo stagionale, ringraziando società, staff e dando i meriti alla sua squadra

14 Marzo 2022

Andrea Rubenni

Andrea Rubenni allenatore della Romulea (Foto©Lori)

La Romulea, dopo il Tor di Quinto, è la seconda squadra della categoria a staccare anticipatamente il pass per le Fasi Finali Regionali. Rubenni e i suoi ragazzi portano con se la responsabilità di essere i campioni in carica e, fino a questo momento, gli amaranto oro stanno rispettando le aspettative. Il club di via Farsalo è la miglior difesa della categoria, con soli 11 gol subiti, e il terzo miglior attacco con 63 reti (meglio di loro hanno saputo fare solo Tor Tre Teste 85, e Tor di Quinto 79). Durante il campionato il raggiungimento di questo obiettivo, nonostante fosse stato dichiarato ad inizio stagione, non è mai stato in dubbio, ma ottenerlo con 6 gare di anticipo è sempre un motivo d’orgoglio. Proprio per questo il tecnico Rubenni ci tiene a precisare come sia soddisfatto del lavoro, non solo della sua squadra, ma anche della società e dello staff: "Il raggiungimento dei play off è sempre stato un obiettivo, nostro e della società, soprattutto perché quest'anno affrontavamo il campionato da campioni in carica. Dopo due anni di stop non era semplice e sapevamo che avremo incontrato delle difficoltà nell'affrontare un campionato del genere con un gruppo formato per la maggior parte da 2004, quindi posso dire che aver raggiunto questo obiettivo, in questo momento vale doppio, anche perché da gennaio ad oggi, come tante altre società, ogni settimana abbiamo dovuto far fronte ad assenze legate al Covid. Su una rosa di 23 giocatori la metà è stata male e, inoltre, nell'ultimo periodo abbiamo avuto tantissimi infortuni da trauma che ci hanno tolto giocatori importati e che non potevamo prevedere. Detto questo però devo dare merito al mio staff, al direttore sportivo, e all’allenatore dell'Under 17, che quando ha potuto è riuscito a ad aiutarmi a con alcuni suoi 2005 che, nelle ultime partite, sono anche stati protagonisti. Ovviamente il merito però va a questo gruppo che nella difficoltà si è unito ed ha trovato quella forza in più, una cosa non semplice e scontata, soprattutto per quei ragazzi che fino a questo momento avevano giocato un pochino meno". Come dicevamo prima, mancano 6 partite prima della fine del campionato e, nonostante la matematica qualificazione alle Fasi Finali, quando a mister Rubenni chiediamo quale sia l’obiettivo finale, lui non si sbilancia e resta concentrato sul presente, rimandando pronostici e previsioni al termine della regular season: "Ad inizio anno sapevo delle qualità del mio gruppo, e quindi ovviamente mi aspettavo di raggiungere i play off, però non mi aspettavo di raggiungerli con così largo anticipo. Questo è un orgoglio che condivido con la società e col direttore sportivo, ma soprattutto col mio staff e con i ragazzi che si sono sempre impegnati ma aggiungere altro, ora non avrebbe senso. Giocheremo e penseremo partita dopo partita, dobbiamo onorarle tutte e soprattutto, per definire le 4 posizioni, è ancora tutto aperto, non ci possiamo sbilanciare. Davanti il Tor di Quinto che non sta sbagliando un colpo, dietro il Savio è agguerrito e vuole cercare di accorciare le distanze per prendersi la seconda posizione, e poi c'è un Pro Roma che sta in salute che sta dando fastidio a tutte le squadre. Quindi in questo momento non mi sento di fare nessun pronostico e nessuna previsione. Noi guardiamo alla prossima partita con il Montello e poi quando arriveremo alla fine tireremo le somme ed andremo ad affrontare i play off".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE