Cerca

focus

Savio - Atletico Torrenova: qualità vs solidità, i quarti di finale distano soli 90'

Al Raimondo Vianello si affrontano le squadre di Di Stefano e Migani, due formazioni completamente diverse, ma con un obiettivo comune: vincere per raggiungere la Vigor Perconti

05 Maggio 2022

Savio - Torrenova: qualità vs solidità, i quarti di finale distano soli 90'

Tarquini del Savio e Cigna dell'Atletico Torrenova (Foto©Lori/Cappuccitti)

Obiettivo quarti di finale: le due squadre a confronto

La gara tra Savio e Atletico Torrenova è la sfida tra la seconda miglior terza contro la seconda miglior quarta della categoria. I blues ed i bianconeri sono due squadre che esprimono un calcio completamente diverso, con la squadra di Di Stefano che fa della costruzione palla a terra, della qualità, e dell'estro dei propri giocatori offensivi, le armi migliori e con il team di Migani che, invece, fa della solidità difensiva e dell’aggressività i punti cardine del suo gioco. Andando ad analizzare i dati relativi alle 26 partite disputate fino ad ora, si può notare come quello che abbiamo appena scritto venga confermato. La squadra allenata da Di Stefano è stata capace di segnare 71 gol e di subirne 36 mentre, quella di Migani, ha fatto registrare uno score di 46 reti realizzate e 29 subite. Naturalmente questi dati vanno contestualizzati al girone di apparenza e, proprio per questo, nonostante la differenza tra le reti subite sia minima, gli appena 29 gol subito dai bianconeri, in un girone altamente competitivo, mettono in evidenza come Migani abbia saputo inculcare alla propria squadra un'ottima cultura difensiva. Di contro però i 71 gol realizzati del Savio sono sintomo di una squadra con una spiccata vocazione offensiva, per cui sarà interessante capire chi alla fine avrà la meglio. Tra le fila dei padroni di casa i riflettori sono puntanti su Tarquini, talento e trascinatore dei blues, Antonazzi e Gentilucci con La Marra, portiere dalla grossa personalità, che dovrà essere sempre attento sia a respingere i diversi pericoli che si creeranno dalle sue parti, sia a guidare la linea difensiva facendogli mantenere alta la concentrazione. La difesa del Savio, invece, dovrà fare particolare attenzione ai movimenti di Farcomeni, Serafini, Cigna e Dominizi, giocatori mobili, aggressivi e bravi a sfruttare le poche occasioni  che gli capitano tra i piedi. Chi guarderà con attenzione questa sfida, sarà la Vigor Perconti, miglior seconda, che ai quarti affronterà, tra le mura amiche, la squadra che uscirà vincente dallo scontro del Raimondo Vianello.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE