Cerca

Il calcio è rosa

L'Abruzzo ci crede e vince (ai rigori). Lazio battuto nell'esordio

A Carpineto la formazione di Alessandra Cucchi va avanti e per lunghi tratti domina. Nel finale le abruzzesi pareggiano e poi trionfano dagli 11 metri 

16 Maggio 2022

Decisive

Decisive: Antonelli e Lazzari, portiere e marcatrice dell'Abruzzo (Foto ©GazReg)

IL CALCIO E' ROSA – 1ª GIORNATA

LAZIO – ABRUZZO 5-6 d.c.r.

LAZIO Girolamo, Cacchioni, Bocchi, Nardecchia (39'st Catapano), Carinci (21'st Nardelli), Carusotti (1'st Mastromarino), Valeri, Lanna, Cinili, Bullari (33'pt Miotto), Rutigliano PANCHINA Scarpellino, Sparapani, Egidi CT Cucchi

ABRUZZO Antonelli, Aloisio, Cristofano (12'st Cannone), Fiore, Forcella, Grella (36'st Diodato), Lazzari, Maceroni, Masciulli, Santarelli (21'st Di Paolo), Valente (36'st Moretta) PANCHINA Piscicelli, Carpineta, Dan, Ippoliti, Retta CT Di Santo

MARCATRICI Rutigliano 14'pt (CL), Lazzari 40'st (CA)

ARBITRO Cento di Tivoli ASSISTENTI Rienzi e Cornacchione di Tivoli

NOTE Sequenza rigori Bocchi (CL) gol, Masciulli (CA) fuori, Cacchioni (CL) palo, Lazzari (CA) gol, Valeri (CL) gol, Maceroni (CA) gol, Catapano (CL) gol, Fiore (CA) gol, Rutigliano (CL) gol, Forcella (CA) gol, Lanna (CL) parato, Cannone (CA) Ammonite Grella, Lanna

Il Lazio gioca un gran match, ma alla fine viene piegato ai rigori. A Carpineto si impone l'Abruzzo, bravo a crederci fino in fondo e a trovare il pareggio nel recupero della ripresa. Il Lazio parte bene, Nardecchia ci prova subito dalla lunga distanza, Antonelli blocca in due tempi. Risponde l'Abruzzo con la verticalizzazione di Maceroni per Forcella, ottima l'uscita di Girolamo a sventare la minaccia. Il Lazio passa in vantaggio quando scocca il 14': lungo rinvio di Girolamo che sorprende la difesa abruzzese, Rutigliano scappa alle spalle delle due centrali ed insacca indisturbata. Grandissima verticalizzazione di Carusotti per Cacchioni che si presenta sola davanti ad Antonelli, il portiere abruzzese in uscita disperata sventa il raddoppio 1' dopo l'1-0 laziale. Il CR Lazio ha la gara in pugno e si presenta con continuità di fronte la porta avversaria. Al 20' Rutigliano cambia veste e diventa assistwoman per Cinili, ancora determinante in uscita Antonelli. Abruzzo che torna a farsi vedere al 29' con la conlcusione dalla media distanza di Lazzari che non mette più di tanta paura a Girolamo. Cambio obbligato per Cucchi al 33': fuori Bullari, dentro Miotto. L'astro del Ladispoli si mette subito in moto e serve un cioccolatino per Cinili che, da ottima posizione, non riesce però a buttarla dentro. Lazio ancora pericoloso: sugli sviluppi di un corner palla che arriva sul secondo palo per Carinci, doppio dribbling in grande stile e conclusione radente che centra, però, solo l'esterno della rete. In finale di frazione contropiede quasi letale dell'Abruzzo con Lazzari sche scappa via e serve Masciulli la cui conclusione, da posizione defilata, si perde sul fondo di pochissimo. Secondo tempo che vede una novità nel Lazio con Mastromarino che prende il posto di Carusotti e due occasioni, nel giro di 1', per Carinci. Nella prima su un lancio dalle retrovie riesce ad accentrarsi e a provare il tiro che viene bloccato, poi dal limite dell'area con un'azione fotocopia, ancora Antonelli presente con una parata. L'Abruzzo è vivo e ci prova, prima con una conclusione di Cristofano che si perde però alta da buona posizione, mentre al 10' è il destro di Santarelli a spaventare le laziali, ma la palla finisce di poco a lato. L'Abruzzo sale di livello e al 25' Forcella che scatta sul filo del fuorigioco, anticipa Girolamo in uscita, ma la palla si perde sul fondo non di molto. Al 28' il Lazio si fa vedere di nuovo al 28' con Rutigliano che tira addosso al portiere girandosi in un fazzoletto, sul pallone si avventa Miotto che ci prova di prima, ma un difensore salva tutto. Lazzari ancora pericolosa al 35': sombrero su un'avversaria e destro al volo, pallone alto. L'Abruzzo dà il tutto per tutto e a pochi istanti dalla fine pareggia con Lazzari che con una bella girata al volo beffa il portiere del Lazio e manda tutti ai rigori: l'Abruzzo sbaglia per primo, ma il Lazio sbaglia... di più. Finisce quindi 5-6. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni