Cerca

L'intervista

Fonte Meravigliosa, Giorgio Neri: "La rosa è giovane ma vogliamo confermarci"

Il club gialloblù ha confermato lo zoccolo duro degli U17 e il tecnico è pronto per partire

07 Settembre 2022

Giorgio Neri

Giorgio Neri allenatore della Fonte Meravigliosa (Foto©FonteMeravigliosa)

Negli ultimi anni la Fonte Meravigliosa è senza dubbio uno di quei dei club che ha lavorato nel modo giusto e la sua crescita esponenziale è sotto gli occhi di tutti. Dalla Prima squadra fino alle giovanili la società gialloblù ha ottenuto ottimi risultati e, parlando di U19, molti giocatori che l’anno scorso sono stati protagonisti della cavalcata play off ora fanno parte della rosa che milita nel campionato di Eccellenza. A meno di due settimane dall’inizio del campionato mister Giorgio Neri ci ha parlato di quello che si aspetta da questa stagione: "Rispetto all’anno scorso abbiamo cambiato molto visto che per fortuna, sia nostra che loro, molti giocatori hanno fatto il salto di categoria dalla Juniores all’Eccellenza. La società ha lavorato bene, abbiamo mantenuto lo zoccolo duro della nostra U17 e abbiamo inserito diversi elementi interessanti che si stanno integrando al meglio". Come dicevamo in precedenza, la scorsa stagione la Fonte Meravigliosa ha raggiunto i play off di categoria e mister Neri ha come obiettivo quello di confermarsi su questi livelli: "Il nostro obiettivo è quello di provare a confermarci. L’anno scorso abbiamo raggiunto le fasi finali, ma come sappiamo l’Under 19 è  un campionato diverso dagli altri. Il passaggio dagli Allievi alla Juniores non è semplice e in questo periodo, oltre al classico lavoro di preparazione in vista del campionato, sto facendo capire ai ragazzi che dovranno fare uno step importante in termini di mentalità e maturità. Abbiamo iniziato presto, il 17 agosto, e tutto sta procedendo secondo i piani". Il tecnico conclude poi parlando più nello specifico del girone: "Il nostro raggruppamento è molto equilibrato. Tante squadre le conosciamo perché le avevamo anche l’anno scorso, ma immagino che siano nella nostra stessa situazione, per cui ripartiamo tutti da 0. Inoltre ci sono nuove realtà che partono per vincere, per cui non sarà semplice. Sono dell’idea che la stagione sia lunga e che si divida in due, tre fasi cruciali e noi dovremo essere bravi a dare continuità sul piano del gioco e dei risultati. Sia io che la società siamo ambiziosi, affronteremo una partita alla volta con umiltà e sacrificio, poi sarà il tempo a dove possiamo arrivare. Una cosa però è certa: scendere sempre in campo per dare il massimo e non molleremo di un centimetro. Non vedo l’ora di iniziare".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE