Cerca

speciale coppa

L'uomo in più della Fonte Meravigliosa: fari puntati su Gabriele Manganaro

Uno dei pochi 10 puri rimasti: fantasia e personalità al servizio dei giallazzurri

02 Giugno 2022

Gabriele Manganaro

Gabriele Manganaro, stella della Fonte Meravigliosa (Foto ©Cervera)

Non il più esperto guardando alla carta d'identità, ma nella classifica dei più anziani occupa uno dei primi posti. Classe 1998, e questo la dice lunga sul tipo di programmazione della Fonte MeravigliosaGabriele Manganaro è il leader tecnico della formazione allenata da Vesprini. O se non volete vederla così, visualizzate il numero che porta sulle spalle, il 10. Nel mondo del dilettantismo è senza dubbio un numero che conserva ancora un valore, se volte anche romantico. Non ci sono, o quantomeno non hanno preso più di tanto piede, le maglie personalizzate e quindi quel numero sulle spalle ha ancora un valore ben preciso. Manganaro lo rappresenta a pieno: estro, fantasia, qualità tecnica con pochi termini di paragone. E' il giocatore che può far cambiare volto ad una partita con un passaggio o con un tiro in porta, e durante una finale l'episodio può diventare spesso decisivo. Con l'esperienza accumulata, ed anche con il trascorso che lo vede come uno dei più presenti nel progetto Fonte, ha anche quel senso di appartenenza tutto particolare che in occasioni come queste può diventare utile tanto quanto una grande abilità con i piedi. Passerà molto del destino della Fonte Meravigliosa sabato prossimo al Rocchi sui suoi piedi. Assist o gol non importa, Manganaro sarà l'elemento cui i giocatori di Fabrizi dovranno avere maggiore cura. 

Appuntamento all'Enrico Rocchi: il cammino della Fonte Meravigliosa

Secondo capitolo del nostro approfondimento in avvicinamento alla finale di sabato prossimo: così si sono qualificati i giallazzurri di Vesprini

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni