Cerca

IL FOCUS

È un Frosinone che "Piace", parola di Edo

Il Wonder Boy dell'Under 15 ciociara, a una settimana dal gol-partita di Pescara, incanta tre volte con il Napoli. Carinci sogna con il suo bomber

06 Febbraio 2018

Piacentini esulta dopo il gol al Napoli, ©Instagram

Piacentini esulta dopo il gol al Napoli, ©Instagram

Piacentini esulta dopo il gol al Napoli, ©Instagram

4 febbraio 2018 come ogni settimana Edoardo Piacentini si prepara e, borsone in spalla arriva alla "Città dello Sport" di Ferentino. Indossa una maglia, non una qualsiasi: la n°9 del Frosinone, che da settembre rappresenta la sua seconda pelle. Entra in campo e con i dieci compagni ha davanti il Napoli, la capolista del girone C.  Al 31' del primo tempo Edo prende in mano la tavola dei colori e dipinge tre quadri da mettere in bella mostra nella galleria delle imprese storiche dei giovani Leoni.

Frosinone Calcio, Mister Carinci ©GazReg Il direttore d'orchestra, Lorenzo Carinci, incita la squadra a persistere nell'ideale di gioco, a cercarsi senza scendere in individualismi, a crederci, al cospetto dei Partenopei, squadra temibile che dopo 20' passa in vantaggio. "Piace", il soprannome dato dal Mister a Edoardo per ovvi motivi di economia linguistica, alla mezz'ora decide in un lampo. Il momento di realizzare qualcosa di memorabile insieme a Di Palma che lo lancia a rete per il gol dell'1-1. Mano all'orecchio e un gesto d'amore per il Frosinone. E da qui i battiti del "Cuore Giallazzurro" aumentano e vibrano: Piacentini ha regalato 3 punti con il suo gioiello una settimana prima a Pescara e la vetrina della sfida ai partenopei è di quelle appetitose, da non lasciarsi sfuggire. Pressa la retroguardia azzurra, rientra fino alla mediana, è presente e vivace anche in fase di non possesso. "Vai Edo, vai Edo" dalla tribuna le frasi motivazionali sono rivolte all'enfant prodige originario di Tivoli, per divenire "Sei un grande, bomber" un attimo dopo l'esecuzione magistrale dal dischetto degli undici metri, spiazzante per Ammaturo, precisa sotto il sette. La corsa a perdifiato oltre il rettangolo verde per l'ovazione del pubblico, aggiornando il suo pallottoliere personale a 15 firme d'autore in 17 partite. Il Wonder Boy dell'Under15 ciociara, acquisito in estate dai giovanissimi regionali fascia B del CSS Tivoli, si posiziona sul trono del capocannoniere a precedere Rosa dell'Atalanta, Umile del Napoli e N'Gbesso del Milan.

Un doppio balzo nel Cuore del Frosinone. Un Frosinone che "Piace". Parola di Edo. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE